Realizzata la strada al Centro di documentazione della Foiba di Basovizza per i portatori di disabilità

Il Centro di documentazione della Foiba di Basovizza ha abbattuto le barriere architettoniche: da oggi i portatori di disabilità avranno la possibilità di arrivare al centro di documentazione dall’entrata del sito della Foiba senza problemi grazie alla nuova strada asfaltata che elimina il problema, frutto di una proposta di Nicole Matteoni, vice segretario provinciale di Fratelli d’Italia Trieste. 

La proposta fu trasformata in mozione nel maggio 2018 dai consiglieri comunali di fratelli d’Italia Claudio Giacomelli e Salvatore Porro. 

Maggiori informazioni

Mobilità slow, nuove piste ciclabili a Staranzano

Al via nel 2021 a Staranzano alcuni tracciati ciclabili previsti nel BICIPLAN – Piano urbano della mobilità ciclistica che si è integrato nel corso del 2020 alla stesura del Masterplan per la Variante Strategica al Piano Regolatore Comunale, documento di analisi e di indirizzo che ha assunto tra i suoi strumenti guida le direttrici della mobilità lenta individuate nel PUMS e Biciplan. 

Maggiori informazioni

Gorizia e Nova Goriča: le opportunità della Capitale Europea della Cultura

«L’assegnazione della Capitale Europea della Cultura 2025 a Gorizia e Nova Goriča può e deve diventare l’occasione per rendere ancor più accessibile a tutti il territorio del capoluogo isontino e della sua Provincia»: a dirlo è Gabriele Grudina, rappresentante per l’Isontino della Consulta Regionale delle Associazioni delle Persone con Disabilità e delle loro Famiglie del Friuli Venezia Giulia, soffermandosi anche sugli importanti passaggi regionali di questo 2021, a partire dalla revisione della Legge Regionale 22 del 1996, della quale si dovrà finalmente superare la visione assistenzialista3

Maggiori informazioni

Abitare Udine: il PEBA per vivere la città

Nel presentare il convegno in modalità online intitolato Abitare Udine. Il PEBA per vivere la città, in programma per il pomeriggio di giovedì 10 dicembre, il CRIBA FVG (Centro Regionale del Friuli Venezia Giulia su Barriere Architettoniche e Accessibilità) ricorda altre due importanti informazioni dedicate anch’esse al tema dell’accessibilità, e innanzitutto il fatto che «grazie alle modifiche introdotte dalla Legge 120/20, che ha convertito il Decreto Legge 76/20 (articolo 10, comma 3), è oggi più semplice realizzare interventi di miglioramento dell’accessibilità all’interno delle parti comuni condominiali».

Maggiori informazioni

In arrivo il piano elimina barriere

Il Piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche di Pasiano può andare avanti speditamente, poiché non deve essere assoggettato alla procedura di Valutazione ambientale strategica, visto che la sua realizzazione non comporterà significativi impatti. Un passaggio necessario, che il Comune ha dovuto superare, affidando le verifiche allo studio Global Project di Pordenone. Il sindaco Edi Piccinin e l’assessore all’Ambiente e difesa del suolo, Marta Amadio, hanno comunicato alla Giunta l’iter seguito per l’attuazione del Peba, che garantisce spazi accessibili alle persone diversamente abili, programmando l’abbattimento delle barriere nel territorio.

Maggiori informazioni

Barriere architettoniche da eliminare a Gradisca: partita da 20 mila euro

La Fortezza dichiara guerra alle barriere architettoniche. Con un recente atto di giunta, l’esecutivo gradiscano ha dato mandato al sindaco Linda Tomasinsig per la presentazione della domanda di contributo ai sensi della Legge Regionale numero 19 del 2018 a sostegno delle spese per la predisposizione del Piano di eliminazione delle barriere architettoniche (Peba) per l’importo di 20 mila euro, con una spesa ammissibile a contributo di 10 mila; la parte restante del progetto verrà quindi coperta dall’amministrazione comunale.

Maggiori informazioni

“Qui basta barriere architettoniche”

Due sole integrazioni al Piano redatto dallo studio tecnico: quelle dei consiglieri Centis (Il Ponte) e Del Tedesco (Pd).
Il Peba mette d’accordo maggioranza e opposizione: presto capoluogo e frazioni saranno adeguati alle esigenze dei disabili.

Maggiori informazioni