Cividale, via le barriere architettoniche in municipio e un nuovo ascensore

Cividale, via le barriere architettoniche in municipio e un nuovo ascensore

Deliberato di recente, il progetto definitivo per l’abbattimento delle barriere architettoniche interne al municipio risolverà alcune annose criticità dettate dai precedenti restauri e scriverà una nuova importante fase per lo storico palazzo risalente addirittura al 1286

SONY DSC

Nel corso degli anni l’edificio ha subito profondi rifacimenti, fino al più recente intervento, nella seconda metà degli anni Sessanta, a firma dell’architetto Gianni Avon che, in aderenza alla loggia municipale di epoca medievale, progettò un nuovo edificio di tre piani (oltre allo scantinato) che oggi ospita gli uffici del sindaco, segretario, assessori, nonché alcuni servizi comunali.

“Le caratteristiche storiche dell’edificio, vincolato dalla Soprintendenza, presentano dei dislivelli sui singoli piani che rendono particolarmente difficoltosa la fruizione degli spazi alle persone aventi disabilità fisiche – spiega l’assessore ai lavori pubblici Giuseppe Ruolo che continua spiegando che – manca l’ascensore e nessuno dei servizi igienici presenti è adatto ad essere utilizzato da persone su sedia a rotelle”.

“Con questo prossimo intervento, dal costo di circa 200.000 euro, sarà possibile abbattere gran parte delle barriere architettoniche ed aumentare il livello di sicurezza della struttura in relazione alla prevenzione degli incendi”.

“Verrà installato, nella corte interna, un impianto elevatore azionato da un motore elettrico in grado di servire tutti e tre i piani fuori terra dell’edificio – continua Ruolo che elenca gli interventi – saranno effettuati dei lavori a piano terra dove verrà realizzato un bagno accessibile alle persone disabili, verrà installata una rampa interna fruibile da parte di persone diversamente abili che ne favorirà la partecipazione agli eventi pubblici ospitati in Sala del Consiglio; infine verrà realizzato un nuovo servizio igienico adeguato alla fruizione da parte dei disabili al posto di uno dei bagni attualmente presenti al secondo piano”.

La spesa sarà sostenuta interamente dal bilancio comunale – conclude l’assessore – e il termine dei lavori è previsto a fine anno”.

Da Nordest.it 22/3/2021

admin

Lascia un commento