Genova, nasce a Genova lo sportello CLIBAS dedicato ai portatori di disabilità e ai loro familiari

Apre i battenti lunedì prossimo, 15 febbraio, il primo centro multidisciplinare della Liguria dedicato ai temi della disabilità e fragilità, alla Casa della salute della Asl 3, nel quartiere genovese di Quarto. Lo sportello CLIBAS (Centro ligure informativo per il benessere ambientale e sociale per le persone disabili o fragili e loro familiari), che offre valutazioni e consulenze gratuite a supporto di bisogni e problematiche connesse al superamento delle barriere architettoniche e non solo, sarà operativo il lunedì e venerdì mattina dalle 8.30 alle 12.30 e il mercoledì pomeriggio dalle 13.30 alle 17.30.

Maggiori informazioni

La biblioteca comunale di Viterbo cade a pezzi…

La biblioteca comunale di piazza del Teatro a Viterbo cade a pezzi, con centomila libri antichi a rischio. Duecento metri lineari di archivio distribuito su 1100 metri quadrati di superficie spacchettati in una quindicina di stanze. La storia della città. Nel silenzio più assordante. Tranne quello del commissario della biblioteca, Paolo Pelliccia, che da anni denuncia invece la situazione proponendo anche progetti per salvare un patrimonio di inestimabile valore che, se va avanti così, andrà certamente in fumo. Tra i pochi, Pelliccia, che nell’anno del Covid s’è preoccupato di mettere in salvo manoscritti, incunaboli e pergamene, tra questi anche il documento del Conclave e una lettera del poeta Giacomo Leopardi. Spostando i fondi antichi da sottoscala pieni di umidità dove sono stati per anni e che, oggi, vuoti, fanno venire i brividi solo a guardarli, e a pensare che là dentro ci sono stati testi risalenti a secoli fa.

Maggiori informazioni

Disabili, a lavoro la ‘diversità’ è un valore aggiunto: così vanno sensibilizzate le imprese

Parlare di disabilità e lavoro in epoca di pandemia non è semplice e in un momento in cui il lavoro è sotto pesante attacco a causa del virus, in cui alcune persone sostengono che “è meglio morire di Covid che di fame” e in cui il premier Giuseppe Conte tenta di porre degli argini in mezzo a un mare molto mosso, i lavoratori con disabilità vanno gestiti in ambito aziendale come tutti gli altri: la ‘diversità’ è un valore aggiunto, anche per i normodotati.

Maggiori informazioni