Meno barriere architettoniche in cinque scuole di Carmagnola

Meno barriere architettoniche in cinque scuole di Carmagnola

Terminati i lavori per l’eliminazione delle barriere architettoniche in cinque scuole di Carmagnola, con montaggio di servo-scale.

Nuove servo-scale sono state installate in cinque plessi scolastici carmagnolesi, grazie ai fondi europei per l’emergenza Covid stanziati in estate, in modo da abbattere le barriere architettoniche presenti e facilitare la mobilità degli studenti con disabilità motoria

Cinque scuole di Carmagnola fanno un deciso passo in avanti verso l’accessibilità, grazie all’eliminazione di barriere architettoniche di ostacolo agli studenti con mobilità ridotta (es. in carrozzina).

Il Comune ha infatti terminato i lavori per installare le servo-scale in quattro plessi di scuola primaria (elementari): I Comprensivo di corso Sacchirone “Rayneri”, sia per quanto riguarda la scala principale che alla scala lato giardini; II Comprensivo a Salsasio e II Comprensivo a San Bernardo; III Comprensivo di corso Sacchirone.

Un analogo intervento per migliorare l’accessibilità da parte dei disabili motori è stato realizzato anche all’interno della scuola secondaria di primo grado (medie) “Primo Levi” ex “Manzoni”, in ben tre punti: ala nord, ala sud e aula magna.

Un passo in avanti per rendere più confortevoli e sicure le scuole di Carmagnola per i nostri figli“, commenta soddisfatto l’assessore ai lavori pubblici, Alessandro Cammarata.

Gli interventi sono stati possibile grazie ai fondi del Ministero dell’Istruzione per “Interventi di adeguamento e di adattamento funzionale degli spazi e delle aule didattiche in conseguenza dell’emergenza sanitaria da Covid-19” tramite il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) che Carmagnola ha ricevuto in estate, per un totale di 170 mila euro, utilizzati anche per mettere a norma alcuni accessi e acquistare nuovi arredi.

Da Il Carmagnolese 15/12/2020

admin

Lascia un commento