Barriere architettoniche da eliminare a Gradisca: partita da 20 mila euro

La Fortezza dichiara guerra alle barriere architettoniche. Con un recente atto di giunta, l’esecutivo gradiscano ha dato mandato al sindaco Linda Tomasinsig per la presentazione della domanda di contributo ai sensi della Legge Regionale numero 19 del 2018 a sostegno delle spese per la predisposizione del Piano di eliminazione delle barriere architettoniche (Peba) per l’importo di 20 mila euro, con una spesa ammissibile a contributo di 10 mila; la parte restante del progetto verrà quindi coperta dall’amministrazione comunale.

Maggiori informazioni

Brancati: «Serve un Piano per abbattere le barriere»

«Il Piano di eliminazione delle barriere architettoniche è uno strumento essenziale per dare organicità agli interventi del Comune sul suo tessuto urbano». Il presidente della Consulta regionale dei disabili, Mario Brancati, interviene così nel dibattito sulla questione dell’accessibilità di strade e marciapiedi a Gorizia e dell’abbattimento delle barriere architettoniche che ha animato ultimamente tanto il Consiglio comunale quanto il confronto politico. E lo fa ricordando innanzitutto come negli ultimi anni proprio la Consulta stia lavorando alacremente sulla questione anche con il supporto del Criba Fvg, ovvero di quel Centro regionale d’informazione sulle barriere architettoniche e sull’accessibilità che è prezioso strumento con funzione tecnico-specialistica.

Maggiori informazioni

Gorizia «Troppe trappole per i disabili Si adotti un Piano»

Se, proprio nelle ultime settimane, sono stati portati a termine diversi interventi di riqualificazioni di strade e marciapiedi, con il contestuale abbattimento delle barriere architettoniche – si possono citare tra gli esempi più recenti l’incrocio tra via Seminario e corso Verdi, o l’area della rotonda di piazzale Divisione Julia o la vicina via Codelli -, è chiaro che considerati la vastità del territorio urbano e il gran numero di strade a Gorizia resti ancora molto da fare per rendere l’intera città compiutamente accessibile a tutti.

Maggiori informazioni