Giornata Internazionale delle persone con disabilità. Sei proposte per il mondo post-Covid

La Giornata Internazionale delle persone con disabilità del 3 dicembre quest’anno ha per tema “Ricostruire meglio: verso un mondo post Covid -19 inclusivo della disabilità, accessibile e sostenibile”.
Ma come riempiano di contenuto concreto quel titolo, in un anno in cui le persone con disabilità hanno visto saltare servizi e diritti? Si è detto spesso che il Covid19 ha ricacciato indietro decenni di sforzi per l’inclusione: da dove ripartire? Quali sono le priorità oggi? Lo abbiamo chiesto ai presidenti delle maggiori associazioni impegnate per l’inclusione e i diritti delle persone con disabilità.

Maggiori informazioni

Lo scivolo per disabili rimosso, lite continua

Non si placa la polemica tra i giovani gelatai soavesi, i gemelli Giulia ed Andrea Lunardon, titolari della gelateria, bar e pasticceria Temptations di via San Matteo e gli undici condomini del condominio rosa nel quale l’attività ha sede, dopo che la sentenza di primo grado del tribunale civile di Verona del 10 agosto scorso ha imposto loro di rimuovere, tra le altre cose (anche divanetti, telecamera, insegna), la pedana per disabili che permetteva l’accesso all’ esercizio anche a coloro che hanno difficoltà nel muoversi.

Maggiori informazioni

Disabilità: il Consiglio discute sulle barriere

Il Comune di Savogna d’Isonzo è pronto a “dichiarare guerra” alle barriere architettoniche. Domani alle 18.30 nella palestra di via Primo maggio (per il rispetto delle distanze) tornerà a riunirsi il Consiglio comunale, e tra i punti all’ordine del giorno c’è anche l’approvazione del Peba, ovvero del Piano di eliminazione delle barriere architettoniche.

Maggiori informazioni

Ponte di San Domenico inaccessibile ai disabili «Barriera da abbattere»

Chiesa meta di continui turisti, ma inaccessibile ai disabili a causa del ponte con gli scalini. Succede a San Domenico dove il santuario omonimo attrae di continuo visitatori, ma per chi ha la carrozzina o per le mamme con passeggini diventa un’impresa. È capitato anche domenica scorsa che i volontari del santuario abbiano dovuto sollevare di peso una carrozzina a motore di una turista di Rovigo che desiderava vedere il Cristo di san Domenico e le tele preziose che il santuario custodisce come il San Paolo del Carpaccio, ma che arrivata alla fine delle fondamenta si sia ritrovata con un ostacolo insormontabile.

Maggiori informazioni