Via le barriere tra casa e scuola Percorso protetto per un bimbo

Via le barriere tra casa e scuola Percorso protetto per un bimbo

Sarà reso percorribile per i disabili e gli ipovedenti il percorso che collega le vie Galante e Carbona a Ligugnana; ciò consentirà anche a un bambino ipovedente di andare a scuola a piedi. Il Comune di San Vito al Tagliamento si è dotato del Piano di eliminazione delle barriere architettoniche (Peba), strumento che individua gli ostacoli presenti nel territorio e consente all’amministrazione di programmare modalità e tempi per la loro eliminazione. Nel rispetto di quanto contenuto nel piano, è stato redatto il progetto esecutivo destinato a migliorare i percorsi pedonali a Ligugnana.

L’esigenza è quella di una famiglia con un bambino ipovedente che attualmente va a scuola a piedi, incontrando ostacoli. A questa esigenza e a quella di tutti i soggetti fragili con disabilità, il Comune ha deciso di rispondere con un percorso che possa consentire una mobilità pedonale sicura e accessibile. I progettisti (la Global Project di San Vito), hanno individuato un tracciato che, rispetto alla sede stradale, si sviluppa lungo il lato ritenuto più idoneo a essere mantenuto o migliorato. Sono stati, quindi, individuati i principali interventi; riguarderanno il miglioramento degli attraversamenti pedonali e la realizzazione di alcuni tratti di marciapiedi o percorsi protetti ove non ancora presenti, in modo da creare un unico circuito in sicurezza, eliminando le barriere architettoniche, fisiche e sensoriali, laddove presenti. Prevista lungo tutto il percorso una segnaletica tattilo-plantare per persone cieche o ipovedenti, in particolar modo nei tratti piuttosto lunghi privi di guida naturale.
Si interverrà in via Galante, in prossimità dell’ingresso della primaria Guglielmo Marconi, nei punti di raccordo del camminamento in via Monte Sei Busi, lungo tutto l’asse principale di attraversamento della frazione di Ligugnana, ovvero via Vittorio Veneto, sino all’incrocio con via Carbona, dove sarà realizzato ex novo un camminamento protetto.
«Il progetto prevede una spesa di 130 mila euro, fondi comunali – sottolinea il sindaco Antonio Di Bisceglie – . E’ stato deliberato dalla giunta, a sottolineare una doverosa corrispondenza a necessità segnalati». Il prossimo passo sarà l’affidamento dei lavori (la procedura sarà espletata nelle prossime settimane), dopodiché si avvierà il cantiere. Il tempo previsto è di 60 giorni, al netto di avverse condizioni meteo e nuovi decreti del presidente del consiglio dei ministri. «È un particolare segnale di attenzione a una necessità reale di cui siamo soddisfatti – commenta l’assessore sanvitese alle politiche sociali, Susi Centis – . Si risponde a una esigenza della comunità e, al contempo, di una giovane famiglia per la sicurezza di tutti». 

di Donatella Schettini da Il Messaggero Veneto del 31/10/2020

admin

Lascia un commento