Vazzola, adottato il piano di eliminazione delle barriere architettoniche: le osservazioni fino a fine agosto

Vazzola, adottato il piano di eliminazione delle barriere architettoniche: le osservazioni fino a fine agosto

Anche il Comune di Vazzola avrà presto il suo piano di eliminazione delle barriere architettoniche (Peba) come strumento finalizzato alla programmazione degli interventi necessari a rendere accessibili e fruibili a tutte le persone gli edifici pubblici e le aree urbane.

 “Vogliamo un territorio in cui tutti possano vivere senza ostacoli. Un’ambiente totalmente accessibile a ognuno di noi” afferma Fabio Miotto, assessore alle opere pubbliche e infrastrutture del comune.

L’amministrazione comunale si era fin da subito attivata per accedere a un finanziamento per la redazione del Peba, che la regione del Veneto ha concesso nella misura del 50% per un importo di 10.000,00 euro.

“È una delle tante progettualità che ci siamo dati come obiettivo fin da inizio mandato – continua l’assessore – se ci dotiamo di strumenti di pianificazione e di progetti, possiamo programmare un territorio migliore e ricercare contributi finalizzati a ottenere risorse a fondo perduto per il finanziamento delle opere”.

La cittadinanza è stata coinvolta, tramite un questionario, per fornire il proprio contributo per la stesura del piano che è stato adottato in giunta comunale a metà luglio, pubblicato e depositato e quindi ora chiunque può formulare osservazioni fino a fine agosto. Entro la metà di settembre sarà definitivamente approvato in consiglio comunale.

In tema proprio di abbattimento delle barriere architettoniche, a seguito di specifica richiesta di contributo inoltrata alla regione per le opere di costruzione e ristrutturazione del blocco servizi e bagno disabili presso la sede municipale, proprio in questi giorni, a fronte di un impegno di spesa di circa 40.000,00 euro al Comune di Vazzola è stato concesso un contributo del 70% pari a 28.387,94 euro.

“Il progetto prevede la realizzazione – conclude Miotto – di un nuovo blocco servizi riservato all’utenza e l’adeguamento di quello esistente riservato ai dipendenti e nel contempo la realizzazione del bagno disabili. Dobbiamo essere noi i primi a dar l’esempio e quindi provvedere, presso la sede municipale, ad abbattere le barriere architettoniche”.

Da QDPNews 18 Agosto 2020

admin

Lascia un commento