Umbertide, intesa anti barriere architettoniche

Umbertide, intesa anti barriere architettoniche

UMBERTIDE. Il consiglio comunale ha detto stop alle barriere architettoniche, sì al proseguimento del progetto Zerobarriere. Votati all’unanimità gli ordini del giorno di Umbertide Cambia e Lega.

Per primo è passato all’esame il documento in cui Uc ha chiesto di completare l’eliminazione di ogni ostacolo all’accessibilità nella zona ospedale-Prosperius Tiberino-centro storico nonché la certificazione Zerobarriere del palazzo comunale in ristrutturazione. Successivamente è stata la volta dell’odg portato in aula dalla Lega nel quale si impegna sindaco e Giunta a destinare il contributo ministeriale di 90mila euro all’esecuzione degli interventi più opportuni all’abbattimento delle barriere architettoniche. Favorevoli Lega e LiberaIlFuturo dalla maggioranza, Pd, Uc, M5s dall’opposizione. Durante il dibattito Francesco Caracchini, capogruppo di LiFu, da sempre impegnato nella battaglia sull’accesso ai luoghi delle persone con disabilità, ha auspicato: «Su questi temi è doveroso andare oltre le appartenenze politiche, lavorare insieme in maniera costruttiva, come associazione ci impegneremo per dedicare una giornata alla sensibilizzazione sul problema». Riprende da qui un percorso avviato quattro anni fa con il primo intervento nel tratto di strada comprendente via Forlanini e via Vittorio Veneto. Fu realizzato un percorso a misura di disabile adiacente all’ospedale con pavimentazione drenante ed illuminazione a terra. In via Forlanini venne azzerato ogni dislivello specie all’altezza degli attraversamenti pedonali , adottando sistemi Loges per l’orientamento e la riconoscibilità degli ostacoli per non vedenti ed ipovedenti. Da quello stralcio, però, restò fuori il centro storico. (W. Rond.)


Da Il Messaggero del 19.02.2020

admin

Lascia un commento