Trapani, barriere architettoniche in Corso Italia: la denuncia di Buscaino

Trapani, barriere architettoniche in Corso Italia: la denuncia di Buscaino

Gli spostamenti sono possibili solo grazie all’aiuto di altre persone.

Barriere architettoniche nel 2021, triste realtà che ancora oggi rende difficoltosi se non impossibili gli spostamenti. Se purtroppo vi sono persone costrette a rimanere per tutta la vita su una sedia a rotelle, non mancano nemmeno quelle che per incidenti o similari si ritrovano a vivere per qualche tempo una situazione diversa dalla classica quotidianità. È questo il caso di Alberto Buscaino, giovane trapanese che si trova provvisoriamente bloccato a causa di un incidente che gli è già costato un’operazione ed ora una lunga fase riabilitativa.

Singolare la sua situazione: proprio nella strada dove risiede, ossia il centralissimo Corso Italia, non riesce a salire e scendere dal marciapiede a causa della totale assenza di scivoli in prossimità degli attraversamenti con le strisce pedonali nonché agli angoli delle varie traverse. “Non si può attraversare poiché mancano gli scivoli ed inoltre le macchine parcheggiano sia sulle strisce pedonali nonché nei posti per disabili impropriamente occupati – dichiara Buscaino. Richiedo un pronto intervento del Comune di Trapani e dei Vigili Urbani poiché necessita fare multe agli incivili.

Inoltre, aggiungo che quanto sto facendo è volto unicamente a tutelare quelle persone che si ritrovano impossibilitate a muoversi in autonomia per tutta la vita e non per me che, per fortuna, rimarrò in questo stato solo provvisoriamente. Solo vivendole si possono comprendere certe situazioni – aggiunge. Infine, prendo l’impegno come Presidente del Rotaract Trapani di sensibilizzare la cittadinanza al rispetto delle regole, spingendo anche l’amministrazione ad attivarsi per eliminare le barriere architettoniche”.

Prima Pagina Trapani 7/4/2021

admin

Lascia un commento