Torre del Greco – Richiesto tutoraggio a domicilio per alunni disabili

Torre del Greco – Richiesto tutoraggio a domicilio per alunni disabili

“La cooperativa Aletheia nella persona del presidente dott.ssa R. Giannantonio a seguito delle richieste pervenutele dalle famiglie degli alunni beneficiari del “Servizio di Assistenza Specialistica Scolastica” alle quali, ciononostante, stavano garantendo un supporto educativo (nonché psicologico) a distanza a causa delle note criticità, ha ritenuto opportuno sottoporre all’attenzione del coordinatore dell’ufficio di Piano Ambito 31 dott. Andrea Formisano e per conoscenza all’ufficio dei Servizi Sociali del comune di Torre del Greco, la valutazione di un possibile adeguamento del Servizio di Assistenza Specialistica Scolastica compatibilmente con le disposizioni stabilite dalle Autorità Sanitarie preposte.

Trattasi di una Co-progettazione che predispone un nuovo piano d intervento specialistico (straordinario) in coordinamento con le insegnanti di sostegno nelle attività di competenza attraverso la partecipazione alle lezioni e-learning con il gruppo classe e a lezioni ad personam in conformità a quanto già redatto nel PEI, al fine di raggiungere gli obiettivi prefissati. Inoltre la su citata cooperativa preso atto delle criticità legate alle misure restrittive di biocontenimento propone quantunque fosse consentito di poter favorire oltre alla “didattica a distanza” finanche prestazioni individuali ad hoc di tutoraggio presso il domicilio dell’alunno abbisognato. A tal proposito l’ufficio d’ambito nel prendere atto della richiesta alla valutazione di tale iniziativa ha concesso il nulla osta alla progettualità sempre che avvenga nel rispetto di tutte le misure di sicurezza e di cautela previste dalla normativa nazionale, regionale e comunale e dei limiti di spesa già impegnati dall’ufficio dotando naturalmente gli operatori di tutti gli ausili necessari per la sicurezza. Appena fui contattata dalla presidente della cooperativa Aletheia in merito alla suddetta proposta di progettazione mi mostrai subito favorevole a tale iniziativa in quanto in un momento particolare come questo reputo sia fondamentale assistere e supportare le fasce deboli sotto ogni aspetto. Un alunno diversamente abile vede nel proprio assistente scolastico un punto di riferimento e reputo quindi sia destabilizzante per lo stesso vivere l’improvvisa distanza di questi giorni rischiando quindi anche di incorrere nella parziale o addirittura totale perdita dei benefici del piano terapeutico bruscamente interrotto. Il nostro ufficio di competenza nella persona del dirigente a mio avviso ha adottato la giusta decisione nell’avallare tale proposta, da me condivisa ampiamente, dimostrando un profondo senso di responsabilità e sensibilità verso una categoria (D. A.) che purtroppo in questo periodo è fortemente penalizzata. L’eventuale vicinanza anche virtuale degli assistenti specialistici sarà a mio parere un valido aiuto sia per gli alunni speciali che per i loro familiari nella gestione quotidiana di quest’ultimi”.

Da Torrechannel-10 apr 2020

admin

Lascia un commento