Torino, progettata la messa in sicurezza della viabilità nei pressi di due scuole di Madonna del Pilone

Torino, progettata la messa in sicurezza della viabilità nei pressi di due scuole di Madonna del Pilone

Si tratta della primaria “Vittorio Amedeo II” di Strada Mongreno e della secondaria inferiore “Camillo Olivetti” di Via Bardassano. Interventi realizzati non prima di fine 2021

Mentre le scuole restano chiuse ad oltranza a causa dell’emergenza coronavirus, a Torino si sta progettando la messa in sicurezza della viabilità nei pressi delle stesse: è il caso, ad esempio, della primaria “Vittorio Amedeo II” di Strada Mongreno 53 e della secondaria inferiore “Camillo Olivetti” di Via Bardassano 5, entrambe nel quartiere Madonna del Pilone.

I due progetti sono stati presentati, nel corso di un’apposita Commissione in Circoscrizione 7, dall’architetto della Città Davide Amendola: per quanto riguarda la “Vittorio Amedeo” è previsto l’allargamento della banchina del marciapiede davanti alla scuola, in prossimità dell’attraversamento pedonale rialzato già presente, per garantire spazi di fruibilità in sicurezza a studenti e accompagnatori; l’installazione di alcune transenne contrasterà la sosta selvaggia all’entrata e all’uscita. Raso carreggiata, all’altezza del civico 45, verrà inoltre tracciato un secondo attraversamento con tanto di abbattimento delle barriere architettoniche presenti sui marciapiedi.

Come richiesto a gran voce sia dalla scuola che dai cittadini, vista la pericolosità data dalla velocità dei veicoli, l’intervento alla “Olivetti” verrà realizzato in prossimità dell’accesso secondario di corso Casale, molto utilizzato perché adiacente alla fermata Gtt ma distante di circa centro metri dal semaforo di Piazza Borromini: anche qui verranno allargate le banchine e inserite delle transenne, mentre l’attraversamento sarà tracciato raso carreggiata; quest’ultima scelta è dovuta alla presenza di altri dissuasori di velocità nelle vie limitrofi, fatto che provocherebbe rallentamenti ai mezzi di soccorso (come suggerito dalla polizia municipale, ndr).

Gli interventi illustrati difficilmente verranno realizzati prima della fine del 2021: “Le manutenzioni straordinarie – ha dichiarato Amendola – sono già state programmate: occorrerà valutare la scala di priorità e la disponibilità di eventuali e ulteriori risorse economiche per riuscire a inserirli”.

Da TorinOggi.it-3 ore fa

admin

Lascia un commento