Tirocini rivolti a persone con disabilità presso le Istituzioni Europee

Tirocini rivolti a persone con disabilità presso le Istituzioni Europee

Due diverse opportunità di tirocinio presso le Istituzioni Europee provengono rispettivamente dal Segretariato Generale del Consiglio e dall’Ombusdman dell’Unione (“Mediatore Europeo”) e se la prima di esse si rivolge espressamente a cittadini comunitari con disabilità, in possesso di un titolo universitario o che siano studenti del terzo anno di un istituto di istruzione superiore, anche la seconda guarda con particolare favore a candidature provenienti da persone con disabilità

Ben volentieri accogliamo la segnalazione proveniente dal Forum Europeo sulla Disabilità (EDF), riguardante due diverse opportunità di tirocinio presso le Istituzioni Europee, la prima delle quali proviene dal Segretariato Generale del Consiglio dell’Unione, che garantisce appunto da quattro a sei tirocini retribuiti all’anno a cittadini dell’Unione Europea con disabilità, in possesso di un titolo universitario o che siano studenti del terzo anno (o equivalenti) di un istituto di istruzione superiore.
Due sono i periodi previsti, ciascuno della durata di cinque mesi, il primo, già avviato, dal 10 febbraio al 30 giugno, il secondo dal 10 settembre al 31 gennaio 2021 (per quest’ultimo le domande possono già essere inviate fino al 16 marzo prossimo).
L’altra opportunità viene messa a disposizione dall’Ombusdman dell’Unione Europea, ovvero il “Mediatore Europeo”, figura istituzionale abilitata a ricevere le denunce di qualsiasi cittadino dell’Unione o di qualsiasi persona fisica o giuridica che risieda o abbia la sede sociale in uno Stato membro, riguardanti casi di cattiva amministrazione nell’azione delle istituzioni, degli organi e degli organismi dell’Unione stessa.
In questo caso vengono offerti tirocini retribuiti della durata di un anno (il prossimo inizierà il 1° settembre e si potranno presentare le domande fino al 31 marzo), centrati sia sulla gestione di casi specifici che sull’analisi di organi di informazione e comunicazione.
Anche qui si guarderà con particolare favore a candidature provenienti da persone con disabilità.

Da Superando.it 18 Marzo 2020

admin

Lascia un commento