Strade più sicure e accessibili a tutti. I cantieri aperti a Vergiate

Strade più sicure e accessibili a tutti. I cantieri aperti a Vergiate

C’è aria di rinnovo a Vergiate: un finanziamento da 250mila euro è in gara d’appalto per l’asfaltatura delle strade, mentre i 350mila euro di Regione Lombardia saranno investiti nella sistemazione e messa in sicurezza di alcune zone. «Come amministrazione abbiamo deciso di concentrarci soprattutto sull’abbattimento delle barriere architettoniche», spiega il sindaco Maurizio Leorato. «Altre operazioni sono già in corso di realizzazione e si aggiungeranno ai lavori fatti nel 2016». Priorità del Comune è garantire la sicurezza dei cittadini, con una serie di interventi mirati a riqualificare il territorio e migliorare la viabilità.

L’abbattimento delle barriere architettoniche

Vergiate vuole essere un paese per tutti, più sicuro ma anche attento alla mobilità di passeggini e carrozzine. L’abbattimento delle barriere architettoniche e la sistemazione di strade e marciapiedi sono dunque il punto di partenza. In quest’ottica iniziano i lavori in via Di Vittorio, una delle strade principali di Vergiate. «Si tratta di un progetto di rilievo – specifica il primo cittadino – che andrà anche ad allargare i marciapiedi, permettendo alle persone di spostarsi senza correre rischi». Un’operazione che si dovrebbe concludere a breve. «È un tassello importante quello che riguarda il tema barriere architettoniche – prosegue Leorato – e che abbiamo messo in pratica insieme a quello già realizzato al centro sociale di Cimbro, utilizzato dagli anziani anche attraverso il progetto comunale AnimAnzianità».
I progetti legati al miglioramento della viabilità includono poi la palazzina dell’ufficio tecnico e la via Piave. Questa, oltre ad essere la zona in cui si svolge il mercato, è una strada spesso frequentata da bambini e ragazzi, perché è presente un secondo ingresso alle scuole. Motivo per cui, fra gli altri interventi, si andrà a realizzare un’area che permetta di entrare nell’istituto in tutta sicurezza. «L’intervento di via Piave, che comincerà il 15 luglio, deriva dalla compensazione del contributo straordinario, a seguito del permesso di costruzione relativo all’area dell’ex Sempione Legnami», conclude il sindaco.

La sicurezza nelle frazioni

Con il Piano di interventi del 2020 l’amministrazione comunale non vuole dimenticare le frazioni. «È in corso di realizzazione la doppia rotatoria tra Cimbro e Cuirone, sulla via Puccini, tra la via dei Prati e la via Somma Lombardo», prosegue il sindaco. «Si tratta di un intervento finanziato dal Patto della Lombardia per rendere sicura una zona nota per i molti incidenti, alcuni mortali». Ed anche Corgeno è nel mirino del Comune: «Stanno per concludersi i lavori di un nuovo posteggio in via Sant’Agnese, dove c’è la scuola primaria e d’infanzia, e di uno tra via Leopardi e via Valeria, parte del più ampio progetto di riqualificazione della piazza. Progetti resi possibili dopo l’intervento per la realizzazione della casa di riposo La Cinzianella». Ci sono infine le asfaltature con i 250mila euro già messi a gara. Iniziaranno a settembre.

malpensa24.it- 2 luglio 2020

admin

Lascia un commento