Stazione di Thiene, via al piano anti barriere

Stazione di Thiene, via al piano anti barriere

I disabili in carrozzina non avranno più difficoltà nell’accesso ai treni. Verrà costruito un sottopasso per mettere in sicurezza chi attraversa i binari

La città di Thiene avrà presto una stazione dei treni senza barriere. Partiranno la settimana prossima i lavori di riqualificazione dello scalo cittadino, inserito da Rfi – Rete Ferroviaria Italiana nel programma di rinnovo strutturale e tecnologico di circa 2.000 stazioni sul territorio nazionale, finalizzato a favorire la mobilità dei viaggiatori con disabilità o a ridotta mobilità. Senza contare la futura ed attesa elettrificazione della tratta ferroviaria. La stazione di Thiene – assieme a quelle di Marano, Villaverla, Dueville, Cavazzale e Anconetta sulla linea Schio-Vicenza – presenta infatti una banchina realizzata 30 centimetri più in basso del piano treno, il che rende dunque indispensabile l’utilizzo della pedana da parte degli utenti in carrozzina per riuscire ad accedere al convoglio. Una situazione di forte disagio più volte segnalata a Trenitalia dalle associazioni ANIEP – Associazione nazionale per la promozione e la difesa dei diritti delle persone disabili e Fish-Federazione italiana per il superamento dell’handicap, le quali, un paio d’anni fa, erano arrivate a “testare” la linea locale durante la manifestazione “Io voglio prendere il treno in autonomia”. Grazie poi all’impegno dell’ANIEP, dall’estate del 2018 anche la stazione di Thiene può contare sulla “Sala blu”, già presente a Schio e a Vicenza, un servizio di assistenza per la salita e la discesa dal treno, per il quale tuttavia è necessario prenotare con 24 o 48 ore di anticipo. Un aiuto importante per le persone con disabilità motoria, ma che di fatto non soddisfa il loro diritto alla libera circolazione. Per questo motivo ora Rfi ha deciso di mettere in campo una soluzione strutturale, andando ad eliminare tutte le barriere architettoniche che ancora oggi impediscono alle persone su sedia a ruote di muoversi in modo autonomo. «In particolare – spiegano dalla direzione centrale di FS – nella stazione di Thiene è previsto l’innalzamento dei marciapiedi a 55 centimetri (anziché a 25) sul piano del ferro per permettere a tutti i viaggiatori l’accesso a raso ai treni. Verrà poi costruita una nuova pensilina e creato un sottopasso, con relativo ascensore, per garantire agli utenti l’attraversamento pedonale protetto dei binari. Infine, verranno completamente ristrutturati i locali della stazione adibiti a biglietteria e sala d’attesa». L’intervento di manutenzione straordinaria dello scalo cittadino avrà una durata di circa quattro mesi e comporterà una limitazione nell’utilizzo di piazza Matteotti. Per questo motivo il Comune ha emesso un’ordinanza, valida da lunedì 8 giugno fino al primo ottobre, che prevede la modifica temporanea della sosta veicolare con la chiusura parziale del parcheggio e la contestuale istituzione del divieto di sosta ore 0-24 con rimozione nell’area antistante la stazione ferroviaria. I posti auto per i disabili, temporaneamente soppressi, saranno reperiti nelle immediate vicinanze dell’entrata del parcheggio stesso.

Da Il Giornale di Vicenza del 05.06.2020

admin

Lascia un commento