Scuola Speranza, la denuncia di Alessandra Manigrasso: “Soluzione lontana, tante incognite per il futuro”

Scuola Speranza, la denuncia di Alessandra Manigrasso: “Soluzione lontana, tante incognite per il futuro”

La consigliera comunale del Movimento 5 Stelle Alessandra Manigrasso presenterà delle interrogazioni relative a diverse questioni che riguardano la città. Tra le principali c’è quella relativa alla scuola Speranza. “Esponenti dell’amministrazione comunale – spiega Manigrasso – ci confermano che il contenzioso con l’impresa che sta svolgendo i lavori non solo non è di facile soluzione ma l’Amministrazione comunale non intende per nessuna ragione cambiare strategia. Pertanto il prossimo anno scolastico, con il distanziamento tra studenti, sarà pieno d’incognite per bambini, famiglie e personale”.

La consigliera affronta quindi la questione delle barriere architettoniche sulla ferrovia. “Da due anni la maggioranza è a conoscenza che Rfi non ha né programmato interventi e né ha intenzione di programmarli per realizzare l’abbattimento delle barriere architettoniche nella nostra stazione ferroviaria. Ormai declassata a stazione di seconda classe, dovrebbe non avere nessun intervento migliorativo all’uscita dalla stazione direttamente su via Roma, consentendo un collegamento diretto con la spiaggia. Ancora più disarmante l’invito di Rfi, secondo un consigliere di maggioranza, a utilizzare la stazione di San Benedetto per gli spostamenti degli utenti diversamente abili”.

Quindi Manigrasso affronta il tema legato alla pineta Ricciotti. “Sempre Rfi vieta eventuali progetti d’intervento quindi le poche piante rimaste dovranno essere difese come i panda. Invece si continua a realizzare opere come la pista ciclabile la cui utilità lascia molto a desiderare, ma mette in serio pericolo la vita dei pini rimasti”.

Da La Nuova Riviera (Comunicati Stampa)-19 ore fa

admin

Lascia un commento