San Vito al Tagliamento. Rotatoria di Gleris: via libera dalla Giunta comunale

San Vito al Tagliamento. Rotatoria di Gleris: via libera dalla Giunta comunale

La Giunta Di Bisceglie ha approvato il progetto esecutivo. Opera finanziata con fondi comunali.

Un’opera pubblica attesa che ha la finalità di mettere in sicurezza uno degli ingressi viari della cittadina di San Vito al Tagliamento e, al contempo, abbattere le barriere architettoniche migliorando il transito ciclo-pedonale di un tratto della frazione, nei pressi della chiesa parrocchiale. Parte da queste premesse il via libera della Giunta comunale di San Vito al progetto esecutivo relativo alla realizzazione della rotatoria in frazione di Gleris, lungo la strada regionale 463, all’altezza dell’intersezione viaria con via Morsano e via Cordovado.

Un progetto che nei mesi scorsi aveva ricevuto il via libera dal consiglio comunale relativamente alla variante con il vincolo dell’esproprio e con l’approvazione del progetto, che comporta anche la dichiarazione di pubblica utilità, di una piccola porzione di terreno (circa 300 mq) che si trova nella proprietà della Parrocchia dei Santi Stefano, Sabina e Antonio da Padova. Il progetto prevede una spesa complessiva di 400 mila euro (viene finanziata con fondi propri comunali) e si prevede di dare una risposta ai residenti in termini di sicurezza rispetto a un stradale attraversata al giorno da circa 10 mila veicoli e camion. Un progetto che si è sbloccato dopo che il Comune ha ottenuto nel corso dello scorso anno – dopo diversi solleciti – parere positivo da parte di Friuli Venezia Giulia Strade.

Con l’ok di FVG Strade e il via libera dal Consiglio comunale, il Comune di San Vito al Tagliamento ha potuto proseguire l’iter per la realizzazione della rotonda di Gleris avviando le trattative con la Diocesi di Concordia-Pordenone per le aree oggetto di esproprio ed è stato trovato un accordo bonario tra le parti. Dopo che anche questo tassello è andato al suo posto, in questi giorni è stato portato in Giunta comunale il progetto esecutivo che ha ricevuto disco verde.

L’elaborato tecnico prevede appunto di realizzare una rotatoria al posto del trafficato incrocio tra via Cordovado (strada regionale 463) e via Morsano. E’ stata progettata anche la realizzazione di un tratto ciclopedonale in via Morsano e l’adeguamento di alcuni marciapiedi, secondo quanto previsto dal Piano di eliminazione delle barriere architettoniche (PEBAC) oltre a un percorso ciclopedonale e la sistemazione dei marciapiedi.

 Il manufatto prevede nuovi pozzetti, caditoie e raccordi che consentiranno di convogliare l’acqua raccolta nell’esistente impianto di fognatura bianca. Saranno inoltre posizionate nuove lampade a led e realizzate una serie di opere per il superamento delle barriere architettoniche.

L’Amministrazione comunale aveva previsto di aprire e chiudere il cantiere entro il 2020 e l’obiettivo rimane fissato. Ma l’emergenza Covid-19 non facilità la possibilità di indire in tempi certi la gara d’appalto. Infatti, in questo periodo è difficile pianificare con esattezza la loro indizione, tant’è che si ipotizza il congelamento delle procedure almeno fino a metà maggio.

“Un intervento – commenta il Sindaco Antonio Di Bisceglie – che permette una sistemazione logistica e una qualificazione di uno snodo viario cruciale di ingresso a San Vito al Tagliamento”.

Da Nordest24.it-57 minuti fa

admin

Lascia un commento