“Rosignano non è un paese per disabili”, parole durissime contro il PD

“Rosignano non è un paese per disabili”, parole durissime contro il PD

“Sollecitati da diverse segnalazioni di cittadini relative a diverse frazioni del Comune, abbiamo presentato al Consiglio Comunale un atto con cui si chiedeva:

1 – che fosse effettuata una ricognizione delle strade e dei marciapiedi le cui condizioni di dissesto rappresentano un ostacolo per chi ha ridotta autonomia di movimento;

2 – che in tale ricognizione venissero coinvolte le associazioni che tutelano i
diversamente abili;

3 – che ai lavori riguardanti le infrastrutture di cui sopra venisse assegnata la massima urgenza, definendo tempi certi e brevi per la loro esecuzione.

Questa nostra mozione è stata bocciata dai voti contrari del PD

Per tentare di non sfigurare troppo, la maggioranza ha presentato la “solita” mozioncina incidentale, con la quale si dava atto del gran lavoro fatto finora dall’amministrazione nella programmazione degli interventi di manutenzione e si impegnava la giunta a presentare in commissione il piano delle manutenzioni, coinvolgendo le associazioni che tutelano i soggetti diversamente abili.

Il vuoto assoluto:

nessuna priorità per le “barriere architettoniche” determinate dallo stato
di degrado delle infrastrutture, niente tempi brevi e certi per la loro eliminazione.

Questa mozione, manco a dirlo, è stata approvata con i voti favorevoli del PD

Da questa breve storia si possono ricavare la morale:

le barriere architettoniche non rappresentano una priorità, e i diversamente abili (ma anche gli anziani e chi ha bambini in carrozzina) possono aspettare (o passare da un’altra parte)”.

Da Livorno Press 24/12/2020

admin

Lascia un commento