Riposto, fase 2: al via i cantieri per la riqualificazione degli alloggi popolari

Riposto, fase 2: al via i cantieri per la riqualificazione degli alloggi popolari

Per questo tipo di interventi, la Regione ha stanziato 12 milioni di euro, di cui circa 1 milione per Riposto

Ammonta a 933.594,91 euro la somma stanziata dall’assessorato regionale alle Infrastrutture, attraverso la quale saranno eseguite le opere manutentive nel complesso di case popolari del rione ripostese di Quartirello, costituito da 25 alloggi, con ingressi da via Giuseppe Ligresti e via Gaetano De Maio.

Stamane, in municipio, vertice operativo con il sindaco Enzo Caragliano, l’assessore ai Lavori pubblici Rosario Caltabiano, funzionari dell’Utc e i rappresentanti legali dell’impresa edile Alfio Sorbello, il progettista, ing.Santi Cascone, per la programmazione degli interventi e delle misure di sicurezza Covid-19. I lavori che avranno la durata di 12 mesi prenderanno il via verosimilmente il 4 maggio prossimo in coincidenza dell’avvio della cosiddetta “Fase 2” del governo nazionale post Covid-19.

Il progetto, nel dettaglio, prevede variegati interventi migliorativi: installazione di un impianto fotovoltaico; rifacimento dell’intonaco esterno e della pavimentazione e del rivestimento delle scale; la sostituzione dei pluviali per lo smaltimento delle acque meteoriche; la pulizia dei canali di gronda della copertura dell’edificio; il risanamento delle strutture in cemento armato; manutenzione delle aree a verde. Prevista l’installazione nel complesso di un innovativo montascale.

La Regione, complessivamente, per l’attuazione del “Programma di recupero e razionalizzazione degli immobili e degli alloggi di edilizia residenziale pubblica di proprietà dei Comuni e degli Istituti autonomi per le case popolari”, ha stanziato 12 milioni di euro, di cui circa 1 milione per Riposto.

“Si tratta – afferma il sindaco Enzo Caragliano – di un intervento importante originariamente programmato per gennaio e che, a causa delle restrizioni derivanti dal coronavirus ha subito il blocco. Il 4 maggio sarà il primo cantiere a ripartire e, una volta appresi i dettagli del prossimo decreto governativo ci attiveremo per velocizzare l’iter per altri importanti cantieri, tra cui quello della palestra di via Galileo Galilei, il parco delle Kentie e i cantieri lavoro della Regione per contrastare la disoccupazione”.

“Questa amministrazione non intende farsi trovare alla sprovvista nell’ipotesi di ripartire con i cantieri edili per il 4 maggio prossimo. Da qui la riunione operativa odierna per programmare l’allestimento del cantiere nei complessi edilizi popolari oggetto dell’intervento e le misure e linee guida che i manovali e tecnici dell’impresa dovranno osservare in tema di sicurezza post covid-19. Un investimento importante, per quasi 1 milione di euro che ci consentirà di consolidare strutturalmente gli edifici, l’abbattimento delle barriere architettoniche e il miglioramento delle prestazioni energetiche”.

“Questo intervento, dal punto di vista tecnico – osserva il progettista Santi Cascone – riguarda la riqualificazione degli alloggi popolari a Quartirello, in particolare verrà rifatto l’esterno con un miglioramento sotto il profilo energetico delle prestazioni dell’involucro, rifacendo la facciata inserendo un “cappotto” termico e una serie di adeguamenti finalizzati a migliorare l’accessibilità degli alloggi per i soggetti portatori di handicap. L’ intervento consentirà a questi edifici di tornare ad essere riqualificati, di buona qualità architettonica ma anche più confortevole all’interno”.

Da CataniaNews.it-21 ore fa

admin

Lascia un commento