Ripartono i cantieri bloccati dalla pandemia

Ripartono i cantieri bloccati dalla pandemia

Si tratta di lavori pubblici che servono a restaurare strutture esistenti o costruirne di nuove. Investimenti per 4 milioni di euro

Certaldo, 9 maggio 2020 – «Sbocciati» a primavera inoltrata i cantieri che erano stati sospesi a causa del Covid-19. Sono cantieri di lavori pubblici di ristrutturazione e nuove opere. Ossigeno anche per il lavoro. I dettagli, partendo dai cantieri bloccati per l’emergenza sanitaria: quello della Casa della Salute, in piazza dei Macelli, gestito dalla Asl Toscana Centro. Un’opera per un importo totale complessivo di 2.700.000 euro circa (di cui il 50% a carico del Comune), che sarà una volta realizzata il polo per la salute dei cittadini certaldesi, con 14 ambulatori tra cui prelievi e analisi, ambulatori specialistici, infermieri, palestra di riabilitazione, uffici amministrativi, sale di attesa, medici di medicina generale, pediatri, Punto di Primo Soccorso, guardia medica.

Ripartita anche la ristrutturazione con ampliamento dei locali dell’anagrafe nella sede di Borgo Garibaldi 37 ed i lavori per la regimazione idraulica, pavimentazione e illuminazione della Costa Vecchia, opera quest’ultima per un importo complessivo di 1.030.000 euro (di cui 660.000 di contributo dalla Regione Toscana all’interno del Piano Operativo di Difesa del Suolo) la cui fine è prevista per questo autunno.

Allo stadio proseguono i lavori di completamento del campo sussidiario, con la realizzazione dell’ultima torre faro, l’adeguamento e sostituzione dell’impianto dell’illuminazione, il nuovo campo sintetico ormai in attesa del collaudo, un intervento che ha richiesto in tutto un investimento finora di circa 600.000 euro. Si sono invece appena conclusi i lavori di rifacimento dell’impianto di climatizzazione del Centro Giovani I Macelli (16.000 euro coperti grazie al contributo della Fondazione CR Firenze) ed il parcheggio di 27 posti auto in via Turati, per un importo di 20.000 euro, che porta a 52 i posti lì disponibili. Partiranno invece a breve il cantiere della costruzione di 160 loculi al cimitero comunale, 250.000 euro di mutuo l’investimento; il rifacimento delle griglie fognarie per drenaggio acque via Caduti sul lavoro, intervento importante per garantire sicurezza idraulica nel sottovia stradale, per 13.000 euro, e manutenzioni varie di strade, tra le quali si segnala l’abbattimento barriere architettoniche in via Agnoletti con un investimento di 10.000 euro. “Il lavoro di progettazione e reperimento risorse non si è mai interrotto – dice il sindaco Giacomo Cucini – Nei prossimi giorni daremo conto degli ulteriori progetti”.


Di Andrea Ciappi da La Nazione-12 ore fa

admin

Lascia un commento