Progettazione BIM, gara per la ricostruzione di una caserma ad Accumoli

Progettazione BIM, gara per la ricostruzione di una caserma ad Accumoli

23/04/2020 – L’Agenzia del Demanio ha bandito una gara per la progettazione della caserma dei Carabinieri da ricostruire nel Comune di Accumoli (RI).
 

Progettazione BIM, il bando per la ricostruzione

Il bando riguarda l’affidamento dei servizi attinenti all’architettura e all’ingegneria di progettazione definitiva da restituire in modalità BIM utilizzando materiali e tecniche a ridotto impatto ambientale, conformi al DM 11 ottobre 2017.

Negli incarichi da affidare rientrano anche il coordinamento per la sicurezza in fase di progettazione e di esecuzione, di indagini e rilievi preliminari alla progettazione compresa la relazione geologica, la verifica preventiva di interesse archeologico nonché la direzione dei lavori.

Requisiti della progettazione

Tra le indicazioni funzionali e di sicurezza, il bando chiede che la progettazione tenga conto delle norme in materia di:
– barriere architettoniche;
– igiene, salute e sicurezza nei luoghi di lavoro;
– antincendio;
– antisismica (le sedi che ospitano funzioni “importanti”, anche con riferimento alla gestione della protezione civile in caso di calamità, ai sensi del par. 2.4.2 delle “Norme tecniche per le costruzioni” di cui al D.M. 14 gennaio 2008, vanno ascritte alla classe d’uso IV; le sedi che ospitano funzioni pubbliche essenziali devono comunque essere ascritte alla classe d’uso III);
– impianti, con particolare riferimento al contenimento dei consumi energetici;
– catasto (gli immobili devono appartenere alle specifiche categorie B/1-caserme o B/4-uffici pubblici e al gruppo A per gli ASGI da accatastare come singole unità immobiliari; le planimetrie non devono essere caricate nella banca dati informatizzata, ma conservate in forma cartacea in locali o armadi blindati del competente Ufficio provinciale;
– urbanistica, paesaggistica, ambientale, tutela dei beni culturali.
 

Progetto BIM caserma Accumoli, come partecipare

Per partecipare alla selezione, le offerte devono essere inviate entro le ore 16.00 del 18 maggio 2020. Il valore stimato dell’appalto ammonta, Iva esclusa, a 222.089.02 euro. 

L’aggiudicazione avverrà con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa. I documenti di gara precisano che non sono consentite varianti.
 

Da Edilportale.com-11 ore fa

admin

Lascia un commento