Ponte di Legno-Tonale, piste senza barriere

Ponte di Legno-Tonale, piste senza barriere

Il brevetto Neveplast consente ai disabili di accedere senza problemi alla cabinovia con carrozzine e attrezzature speciali. Gianfranco Missiaia spiega «Sentieri Accessibili punta a promuovere un’ospitalità inclusiva in tutta la Valle».

PONTE DI LEGNO. Accessibilità: è la parola d’ordine della stagione sciistica in Alta Valcamonica. Nei giorni scorsi è stata varata la posa Neveplast che garantisce l’accessibilità anche alle persone disabili della cabinovia Ponte di Legno-Passo del Tonale. Un progetto pensato per facilitare l’accesso agli impianti per gli sciatori che praticano lo sci con l’ausilio di mono-ski o dual ski. Per agevolare l’accesso agli impianti è stato studiato un percorso, in materiale Neveplast, che permette agli sciatori con disabilità di scivolare con i propri sci speciali e carrozzine e salire in cabinovia agevolmente come fanno tutti gli altri sciatori. La soluzione, che per le modalità con cui è stata realizzata è un’anteprima assoluta, è stata ideata grazie all’esperienza della Pontedilegno Ski School in collaborazione con la Sit e il sostegno di Fondazione della Comunità Bresciana. A monte del progetto c’è il sogno di Sentieri accessibili, un start up innovativa a sfondo sociale nata dal progetto SciHando per avvicinare i ragazzi con disabilità non solo fisica alle discipline invernali.«La nostra missione – spiega Gianfranco Missiaia nella duplice veste di socio fondatore della Ponte di Legno ski school e membro del board Sentieri Accessibili – è di costruire un mondo senza barriere. Siamo partiti da una piccola realtà ma ora il nostro progetto sta diventando grande. Dobbiamo fare rete, sensibilizzare il più possibile. Da un mese è on line un app che ha come obiettivo quello di sviluppare un turismo accessibile in alta Valcamonica dagli impianti da sci, agli alberghi al turismo in genere».

Da Bresciaoggi del 12.12.2019

admin

Lascia un commento