Peba, approvato un ulteriore piano di interventi per una città “senza barriere”

Peba, approvato un ulteriore piano di interventi per una città “senza barriere”

La giunta ha approvato il progetto definitivo degli interventi di abbattimento delle barriere architettoniche in corrispondenza di alcuni attraversamenti pedonali e fermate del trasporto pubblico locale in città oltre che di messa in sicurezza della pavimentazione di vari tratti di marciapiedi.

 “Con un investimento di 200 mila euro saranno abbattute le barriere architettoniche di attraversamenti pedonali, fermate del trasporto pubblico locale e marciapiedi, che diventeranno completamente accessibili – ha spiegato l’assessore alle infrastrutture Mattia Ierardi –. Questo programma di interventi si affianca a quelli già compresi nel Piano di eliminazione delle barriere architettoniche (PEBA) adottato dal consiglio comunale a fine settembre 2019, a dimostrazione del fatto che resta massima l’attenzione dell’amministrazione verso le necessità delle persone con disabilità motorie e visive, anziani e famiglie con carrozzine. Obiettivo di questo intervento è, infatti, rendere più agevole la vita di chi è in difficoltà al fine di garantire a tutti i cittadini la medesima possibilità di fruire, in condizioni di comfort e sicurezza, dei percorsi urbani, degli edifici e degli spazi pubblici”.
“Entro fine anno sarà attuato un monitoraggio dei lavori eseguiti e di quelli che si possono ancora implementare nell’ottica di una progettazione e pianificazione puntuale e completa degli interventi necessari all’abbattimento delle barriere architettoniche – ha precisato il consigliere comunale Ivan Danchielli –. Ogni tipo di azione su edifici pubblici o porzioni di spazi urbani (strade, piazze, parchi, giardini, elementi arredo urbano) potrà comprendere, infatti, accorgimenti in tal senso così da permettere il raggiungimento di una soglia ottimale di fruibilità degli edifici per tutti i cittadini”.
I lavori, per una spesa complessiva di 200 mila euro, interesseranno, nello specifico, le fermate TPL di viale Roma (circoscrizione 1) e i marciapiedi di via Einaudi, via Gramsci, via Salvemini e viale Riviera Berica (circoscrizione 2), di via Lamarmora, via Castelfidardo, via dei Laghi (circoscrizione 5); di via Rossini, via Nicotera, via Legione Antonini e via Monte Spluga (circoscrizione 6).
Il progetto, denominato attivazione piano PEBA strade per l’anno 2020, è stato redatto dall’assessorato alle infrastrutture in collaborazione con l’assessorato alla mobilità, sulla base di segnalazioni pervenute all’amministrazione comunale e di monitoraggi periodici sullo stato delle infrastrutture cittadine.
In particolare, l’abbattimento delle barriere architettoniche presso le fermate TPL di viale Roma, nodo di interscambio tra le principali linee e la stazione ferroviaria, era da tempo segnalato e atteso dalle associazioni disabili, che hanno sempre contribuito alla redazione del PEBA. L’intervento su viale Roma si caratterizza dall’elevato standard qualitativo della progettazione e dei materiali.
I marciapiedi e le fermate del TPL con i relativi attraversamenti pedonali sono stati scelti in base alla vicinanza a poli attrattori come uffici e scuole oltre che alla prossimità al centro storico.
Per quanto riguarda i lavori, i marciapiedi delle fermate coinvolte nell’intervento, che vanno ad aggiungersi a quelle già prive di barriere, saranno rialzati in modo da consentire all’utente in carrozzina di accedere all’autobus senza bisogno dell’attivazione della pedana elevatrice di cui è peraltro dotata la maggior parte dei mezzi.
Saranno, inoltre, inserite segnaletiche tattili a pavimento per indirizzare l’utente alle paline e agli attraversamenti pedonali.
Sono previsti anche inserimenti di rampe di raccordo, spostamenti di paline, il rifacimento di alcune pavimentazioni, allargamenti di banchine.
 

Da Vicenza Più del 19/11/2020

admin

Lascia un commento