Ostia, si abbatte l’ultimo chiosco: i disabili chiedono una zona d’ombra

Ostia, si abbatte l’ultimo chiosco: i disabili chiedono una zona d’ombra

Avviata la demolizione del chiosco sulla spiaggia davanti all’Anffas. I disabili chiedono una nuova struttura

Ostia – Sono iniziate stamattina le operazioni per la rimozione dell’ultimo chiosco presente sulle spiagge libere. Si tratta della struttura in legno in corrispondenza con via del Sommergibile. I disabili dell’ANFFAS, che la impiegavano in estate come zona d’ombra sul mare, chiedono che venga realizzato una nuova piattaforma ombreggiata.

Le operazioni di demolizione sono iniziate stamattina. Gli operai di una ditta incaricata hanno il compito di rimuovere tutte le parti in legno, ormai marciscenti e quindi pericolose.

La struttura, realizzata nel 2015 per sostituire quella andata a fuoco, è stata utilizzata fin da subito come area per la discesa a mare dei disabili anche in carrozzina assistiti dall’antistante ANFFAS.

Operai al lavoro per demolire il chiosco sulla spiaggia antistante l’Anffas

“Vogliamo augurarci che venga sostituita con una zona d’ombra praticabile dai nostri ragazzi – commenta la mamma di giovane assistito dall’associazione – Bene ha fatto l’amministrazione a rimuovere quell’impianto ormai pericoloso ma ci aspettiamo un’iniziativa che consenta ai nostri figli di usufruire del mare in sicurezza e senza barriere architettoniche”.

Da Il Faro Online-6 mag 2020

admin

Lascia un commento