Montascale e servoscala, tipologie, utilizzi e agevolazioni sull’acquisto

Montascale e servoscala, tipologie, utilizzi e agevolazioni sull’acquisto

Montascale e servoscala sono elementi fondamentali per il superamento delle barriere architettoniche presenti all’interno delle abitazioni e non solo. Se generalmente la presenza di dislivelli collegati da scale non rappresenta un ostacolo rilevante è fondamentale ricordare che vi sono persone per le quali un semplice gradino rappresenta un ostacolo insormontabile. Cerchiamo di capire come funzionano questi dispositivi e la differenza tra i due.

Quando parliamo di casa non possiamo fare altro che pensare a un posto confortevole in cui è necessario sentirsi a proprio agio e in sicurezza. Nonostante questi concetti appaiano scontati è bene ricordare che vi è una fetta di popolazione costretta a fare i conti con ostacoli quotidiani, le cosiddette barriere architettoniche, che non solo interessano i luoghi di fruizione pubblica, ma rendono difficoltoso anche lo svolgimento di attività ordinarie all’interno della casa.

Un esempio lampante è la presenza di scale all’interno di abitazioni sviluppate su più livelli, difficili da raggiungere per chi presenta problemi di deambulazione.

È proprio alla luce di questi scenari che entrano in gioco sistemi appositamente studiati per agevolare la vita delle persone all’interno di abitazioni con barriere architettoniche e la fruizione dei luoghi pubblici.- Stiamo parlando dei montascale e dei servoscala, dispositivi per il sollevamento delle persone adatti sia per uso esterno che per essere installati all’interno degli edifici.

Montascale: tipologie e impieghi

Il montascale è un dispositivo munito di poltrona o seggiolino utilizzato per il sollevamento e il trasporto di persone con difficoltà motorie, permettendo di superare una scala, un dislivello o una barriera architettonica. È possibile installarlo sia all’interno che all’esterno degli edifici e può essere di due tipi: fisso, con poltroncina che scorre su una guida installata sulla scala da superare, o mobile, dotato di cingoli o ruote e guidato da un accompagnatore formato.

Poltroncina montascale Ischia dal design unico, caratterizzata da semplicità d’uso e comfort per l’utilizzatore.

La dotazione di dispositivi di sicurezza di serie e la possibilità di personalizzazione con funzioni ed accessori a richiesta permette di rispondere a ogni esigenza dell’utente in termini di utilizzo ed estetica; inoltre le tecnologie avanzate di cui il montascale dispone garantiscono totale sicurezza, massima funzionalità e un elevato comfort di utilizzo. Ne è un esempio la gestione dei movimenti tramite joystick o attraverso i comandi posti sul bracciolo.

L’installazione dei montascale si adatta a ogni tipo di scala grazie alla progettazione su misura che permette di rispondere a ogni tipo di esigenza.

Dolce Vita, la poltroncina montascale di Vimec che collega i piani della casa in semplicità e sicurezza

Il caso più comune e più semplice da trattare riguarda l’installazione su scale dritte costituite da un’unica rampa, con dotazione di piano di imbarco e sbarco alle estremità tra i quali il tratto di guida di scorrimento risulta rettilineo.-

Nel caso in cui l’installazione avvenga su scale curve con una o più rampe è necessario prevedere per la guida di scorrimento del montascale tratti rettilinei e tratti curvi, cambi di pendenza, fermate intermedie e parcheggi. Infine è possibile adattare il montascale anche a scale a chiocciola realizzando una soluzione su misura in funzione degli ingombri e degli spazi da servire.

Differenza tra montascale e servoscala

Nonostante montascale e servoscala siano dispositivi molto simili nel funzionamento e nella finalità di utilizzo vi sono differenze sostanziali tra i due tipi di sollevatori. Mentre il montascale con poltroncina viene utilizzato da persone che, seppur abbiano difficoltà motorie, sono ancora autosufficienti, il servoscala è utilizzato da chi presenta una ridotta mobilità e si serve di sedia a rotelle o carrello con ruote per la deambulazione.

Per il sollevamento di sedie a rotelle o carrelli con ruote il servoscala si serve di una piattaforma o di una pedana e, sfruttando lo stesso funzionamento del montascale, scorre su una guida.-

La piattaforma è dotata di funzionalità di chiusura e apertura automatica, agevolando la salita e la discesa della sieda a rotelle con riduzione dell’ingombro nei momenti di inutilizzo. Per agevolare gli spostamenti di persone che trovano difficoltà nel salire i gradini i servoscala possono essere accessoriati con un seggiolino pieghevole da utilizzare all’occorrenza.

Costi e agevolazioni fiscali

Essendo montascale e servoscala soluzioni progettate su misura il loro prezzo risulta essere variabile a seconda della lunghezza, della tipologia di scala e del tipo di installazione, interna o esterna; inoltre è possibile dotare il montascale di funzionalità aggiuntive che porteranno inevitabilmente a un aumento del costo complessivo.-

Nonostante l’acquisito possa risultare oneroso sono previste delle agevolazioni fiscali a favore dei dispositivi installati per il superamento delle barriere architettoniche. Nello specifico la legge prevede quattro tipi di agevolazioni fiscali, ossia IVA agevolata al 4%detrazione IRPEF al 19% per portatori di handicap per i quali l’acquisto di un montascale rientri nelle spese sanitarie, detrazione IRPEF al 50% prevista dal Decreto Sviluppo per interventi di abbattimento di barriere architettoniche e contributi statali per l’abbattimento delle barriere architettoniche negli edifici privati.

Per quanto riguarda la possibilità di beneficiare dell’IVA agevolata al 4% l’Agenzia delle Entrate ha precisato che l‘opera deve osservare precise peculiarità strutturali minime previste dal Decreto ministeriale 14 giugno 1989, n. 236, per interventi finalizzati al superamento o all’eliminazione delle barriere architettoniche.

La proposta di Vimec

Grazie a un’esperienza pluriennale maturata nel settore e alle oltre 130.000 installazioni realizzate in tutto il mondo, Vimec offre un’ampia gamma di soluzioni su misura per ogni tipologia di scala, capaci di rispondere a ogni tipo di esigenza.

Servoscala con pedana V64 e V65

Dotati di comandi radio, dispositivi attivi e passivi per la protezione e barre di protezione retrattili per ridurre gli ingombri a macchina ferma i servoscala con pedana V64 e V65 sono indicati per installazioni sia interne che esterne, garantendo massima durata e ottime performance anche in condizioni climatiche non ottimali.

Servoscala V64 a guida diritta con pedana per disabili in ambiente indoor

V64 e V65 sono disponibili nei modelli Standard, per installazioni su scale e pianerottoli di misure ridotte, Large, dotato di pedana più ampia per carrozzine con particolari necessità di spazio, ed Extralarge, con pedana decisamente ampia per qualsiasi esigenza di spostamento.

Differenze tra V64 e V6520

Pratico e sicuro, V64 è progettato per rispondere alle esigenze di spostamento delle carrozzine lungo una rampa di scale e gode di un montaggio rapido e semplice, senza necessitare di interventi architettonici sulla struttura preesistente. Un aspetto fondamentale grazie al quale è possibile preservare lo stile dell’ambiente.

Servoscala con pedana V65 per pendenze fisse o variabili

V65 è il servoscala ideato per affrontare pendenze fisse o variabili, adattandosi alla variazione di inclinazione di un pianerottolo o di una rampa. Risponde, inoltre, alle esigenze di spostamento su percorsi multi rampa interni ed esterni, fino a 60 metri.

Come nel caso di V64 anche V65 prevede un montaggio semplice e veloce, senza effettuare interventi invasivi sulla struttura e mantenendo invariato l’aspetto ambientale.

Da Infobuild-16 gen 2020

admin

Lascia un commento