Lissone, barriere architettoniche a scuola e nelle case comunali, la denuncia

Lissone, barriere architettoniche a scuola e nelle case comunali, la denuncia

Interpellanza in Consiglio di Roberto Perego Il Comune: stiamo intervenendo

Ingresso per disabili poco funzionale in una scuola, ascensori con problemi in un paio di istituti e servizi igienici nelle case comunali non sempre adatti a persone con disabilità. Sono le criticità presenti in alcuni edifici pubblici sul fronte delle barriere architettoniche. Nodi su cui, in certi casi, il Comune sta intervenendo. A sollevare la questione è stato il capogruppo della lista civica d’opposizione Lissone in Movimento, Roberto Perego, che ha presentato un’interpellanza in Consiglio comunale. Perego ha chiesto conto della situazione delle scuole medie Croce, dove “l’accesso per disabili risulta poco funzionale e l’ascensore troppo stretto”, e delle medie Farè, dove “va ripristinato il funzionamento di uno dei due ascensori”. Ascensori che risultano mancare in diverse case popolari, con alloggi in cui “spesso i servizi igienici sono piccoli e non adattabili situazioni di disabilità”. Problemi noti al Comune. “Alcune criticità sono state affrontate e altre sono allo studio”, ha spiegato l’assessore ai Lavori pubblici Marino Nava. Gli interventi necessari alle medie Croce “sono in valutazione”, mentre “entro quest’anno si potrà ripristinare l’ascensore fermo nella scuola Farè”. Nelle case comunali, “prima della riassegnazione degli alloggi che si vengono a liberare, avvengono interventi di manutenzione con adeguamento” per i disabili: sono ad esempio in corso lavori di ristrutturazione per 103mila euro nelle vie Lamarmora e XX  Settembre.

Da Il Giorno 23 luglio 2020

admin

Lascia un commento