L’handicap alza le barriere

L’handicap alza le barriere

Barriere architettoniche protagoniste del consiglio comunale di Calcinato. Protagonista la mozione presentata dal consigliere Laura Maffazioli per lo «studio, redazione e adozione del Piano di eliminazione delle barriere architettoniche» strumento urbanistico previsto dalla legge per «il monitoraggio, la progettazione e la pianificazione di interventi finalizzati al raggiungimento di una soglia ottimale di fruibilità degli edifici da parte di tutti i cittadini», da integrare con un «Piano di accessibilità urbana per la realizzazione di percorsi pedonali sicuri e accessibili a tutti».

Maffazioli è da tempo una grande esperta nel settore: non vedente, da oltre 20 anni responsabile dei servizi per la disabilità del Comune di Brescia per realizzare l’inclusione scolastica dei ragazzi con disabilità e interventi dedicati agli adulti. Il dibattito che ne è seguito ha suscitato perplessità nella maggioranza rispetto a questo provvedimento. Quando il capogruppo Mauro Tosoni ha annunciato e letto il testo di una risoluzione sul tema, Maffazioli ha ritirato la mozione, giudicando i tempi evidentemente non maturi per un suo accoglimento. Passata coi soli voti della maggioranza, la risoluzione si limita a impegnare il sindaco e la giunta municipale a «proseguire negli interventi di abbattimento delle barriere architettoniche esistenti sul territorio, sul suolo e sugli edifici pubblici o di proprietà del Comune, con puntuale valutazione delle priorità e commisurati alle disponibilità economiche» nonché a continuare «anche con il coinvolgimento dell’Istituto Comprensivo di Calcinato, nel sostegno e la promozione di iniziative di sensibilizzazione, informazione e formazione rivolte alla cittadinanza e finalizzate ad attivare una coscienza collettiva sull’importanza di vivere in un Comune senza barriere architettoniche anche nell’edilizia privata». Varati anche altri importanti provvedimenti, tra quali il bilancio consolidato 2019, la verifica della salvaguardia degli equilibri di bilancio per l’anno in corso, il riconoscimento della legittimità di due debiti fuori bilancio conseguenti ad altrettante sentenze di tribunale, il piano socioassistenziale 2020 e, infine, una deroga al regolamento per il funzionamento del Consiglio comunale dei ragazzi considerato l’attuale stato di emergenza.

Da BresciaOggi 29/11/2020

admin

Lascia un commento