Legge di Bilancio 2021: il Superbonus 110% anche per l’installazione di montascale e ascensori

Legge di Bilancio 2021: il Superbonus 110% anche per l’installazione di montascale e ascensori

Dai data ISTAT emerge che in Italia oltre 3 milioni di persone (ovvero il 5% della popolazione) ha a che fare con problematiche relative alla disabilità. Di questi, oltre la metà sono anziani con più di 75 anni.
L’edilizia pubblica e anche privata spesso è causa di non pochi disagi nella vita di persone con disabilità.


Per tentare di risolvere il problema, le Regioni hanno messo in campo alcune soluzioni riguardanti le barriere architettoniche.

Fino al 31 dicembre 2020 era possibile contare sulle detrazioni del 50%, per una spesa complessiva di 96.000 euro.
Ma l’aiuto più importante è giunto a livello nazionale con le novità introdotte dal Superbonus 110%, verso le agevolazioni riguardanti l’edizilia accessibile.


Dal 1° gennaio 2021, il Governo ha infatti prorogato ed esteso l’applicazione del Superbonus 110% anche per gli interventi di abbattimento delle barriere architettoniche, e quindi per l’installazione di montascale e ascensori.

Potranno usufruire di tale incentivo per eseguire gli interventi in questione non sono solo le persone portatrici di handicap grave, ma anche le persone di età superiore a 65 anni.

È bene inoltre ricordare i chiarimenti dati dall’Agenzia delle Entrate, tramite la circolare n.19/E dell’8 luglio 2020 e relativa alle detrazioni Irpef. In tale circolare veniva specificato che nei lavori per eliminare le barriere architettoniche rientrano sia le opere presenti in parti comuni che quelle presenti nelle singole unità immobiliari. Tra i beni che si possono detrarre ci sono infatti la costruzione di rampe di scale esterne e interne, l’installazione di servoscala e montascale e anche il rifacimento di scale e di ascensori.Tale detrazione fiscale si può quindi applicare anche agli interventi previsti dall’articolo 16-bis, comma 1 lettera e) del DPR n. 917 del 22 dicembre 1986. Nel corso del 2021 sarà quindi possibile sfruttare il superbonus anche per gli strumenti che permettono la mobilità interna ed esterna di soggetti con handicap grave, ai sensi della legge 104, articolo 3 comma 3.

Queste spese dovranno essere sostenute a partire dal 1° gennaio 2021 e i lavori dovranno essere eseguiti congiuntamente a interventi trainanti, ovvero di isolamento termico della superfici opache o di sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti.

I materiali da impiegare devono inoltre rispettare i criteri stabiliti a livello ambientale, come precisato nel decreto emanato dal Ministero dell’ambiente nel 2017.

Al contrario, il Superbonus110% non viene applicato a quegli interventi che comprendono l’abolizione delle barriere architettoniche se svolti insieme agli interventi antisismici. In tale circostanza, è possibile soltanto avvalersi della detrazione ordinaria prevista dall’Irpef che comprende il 50% di contributo ripartito in 10 anni.

Ricordiamo che il Superbonus è stato prorogato al 30 giugno 2022, con la possibilità di vederlo ulteriormente esteso nel tempo qualora si rilevasse un buon riscontro.

Da Lavorincasa.it 15/9/2021

admin

Lascia un commento