In “tour” nei musei per scoprire le falle

In “tour” nei musei per scoprire le falle

L’assessore alla cultura Sacchi: «La priorità è eliminare anche i più piccoli ostacoli per chi ha difficoltà motorie».

FIRENZE. Rendere i musei civici e le biblioteche comunali, sempre più accessibili a tutti. E’ l’impegno dell’assessore alla cultura di Palazzo Vecchio, Tommaso Sacchi, per le prime settimane dell’anno, quando inizierà una serie di sopralluoghi per la città. «La priorità è eliminare anche i più piccoli ostacoli per i diversamente abili – spiega Sacchi -. Per questo, a partire da gennaio, farò il tour di tutte le biblioteche e di tutti i musei per verificare di persona, insieme ai nostri tecnici, fra cui l’architetto Caselli delle belle arti. Verrà coinvolta la consulta dei disabili, affinché siano proprio loro, le persone con difficoltà motorie, a spiegare cosa serva e in cosa si possano migliorare le strutture per garantire la fruizione dei nostri luoghi della cultura». L’iniziativa nasce in seguito all’ultimo adeguamento strutturale per l’abbattimento delle barriere architettoniche, avvenuto nel complesso monumentale di Santa Marina Novella. Qui, nell’ambito del progetto di ampliamento del percorso museale, è stato previsto e finanziato un ascensore esterno che sarà il primo di due ascensori previsti per raggiungere il primo piano dell’antico monastero, recentemente tornato completamente nelle disponibilità del Comune. «Considerata l’importanza storica e culturale che questi locali rivestono e l’obiettivo di ampliare il percorso del museo – prosegue l’assessore -, è stato predisposto l’ascensore che collegherà, senza barriere il museo a questi luoghi meravigliosi e al momento inaccessibili». Fra i luoghi interessati dalla verifica ci sono le biblioteche nei quartieri e tutti i musei civici, fra cui quello di Palazzo Vecchio, il Museo Stefano Bardini, la Cappella Brancacci, la Fondazione Salvatore Romano, il Forte Belvedere, il Museo del Bigallo, il Museo del Novecento.

Da La Nazione del 30.12.2019

admin

Lascia un commento