Il Disability Manager sarà a disposizione degli esercizi commerciali per renderli accessibili

Il Disability Manager sarà a disposizione degli esercizi commerciali per renderli accessibili

TREVISO. Accessibilità nei luoghi pubblici e negli esercizi commerciali. A Treviso parte, prima in Italia, un’iniziativa destinata a fare scuola.

Il Comune mette a disposizione degli esercizi pubblici un consulente in tema di barriere architettoniche. Da tempo il Comune è impegnato nel rendere la città di Treviso sempre più inclusiva eliminando le barriere architettoniche da uffici e musei e costruendo un tracciato che consenta di attraversare il centro storico. La grande sfida del 2020 riguarderà le Mura: esiste il progetto, già presentato dalla coalizione del sindaco Conte in campagna elettorale.

PROGETTAZIONE.
Ma dal 1 gennaio l’assessorato al commercio inaugura una bella novità. Si tratta di consulenze gratuite per l’accessibilità alle attività commerciali del centro storico e dei quartieri. La nuova iniziativa dall’Amministrazione comunale di Treviso con il Distretto Urbecom e il Disability Manager metterà a disposizione delle attività produttive le competenze specifiche nel campo della progettazione inclusiva. Per la prima volta verrà offerta alle realtà del territorio una consulenza per valutare e migliorare l’accessibilità degli spazi commerciali, così da renderli fruibili da parte di persone con disabilità. «Basterà portare planimetria e foto del locale per capire insieme le soluzioni da adottare», afferma il Disability Manager del Comune di Treviso e Ulss 2 Rodolfo Dalla Mora. «In questo modo, con l’aiuto del proprio professionista, si potrà elaborare la soluzione migliore per rendere il locale accessibile ai disabili, eliminando tutte le barriere architettoniche». Il servizio sarà attivo dal 1 gennaio, ogni lunedì e su prenotazione, scrivendo all’indirizzo disability.manager@comune.treviso.it e permetterà di avere una consulenza tecnica e fiscale sia per eventuali ristrutturazioni sia per interventi minimali, fra i quali l’installazione di rampe o passerelle.

UN PRIMO PASSO.
«Si tratta di un’iniziativa importante per le attività commerciali di Treviso in quanto, per la prima volta in Italia, una Pubblica Amministrazione mette a disposizione un professionista per migliorare l’accessibilità dei locali», afferma il vicesindaco Andrea De Checchi. «Lo consideriamo un primo importante tassello per rendere la nostra città sempre più inclusiva e alla portata di tutti».

di Elena Filini da Il Gazzettino del 24.12.2019

admin

Lascia un commento