Gli spot tv di P&G fruibili anche da persone con disabilità visive e uditive

Gli spot tv di P&G fruibili anche da persone con disabilità visive e uditive

P&G è la prima azienda in Italia ad adattare i propri spot pubblicitari per renderli accessibili anche alle persone con disabilità visive e uditive.

L’iniziativa della multinazionale, realizzata in collaborazione con l’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti, prevede di incorporare negli spot televisivi dei suoi principali marchi una narrazione audio del contenuto per descrivere le immagini mostrate e i sottotitoli. Il primo adv di questo tipo riguarda Gillette, marchio globale nel campo della rasatura e del grooming. Alcuni canali televisivi italiani stanno già trasmettendo parte dei propri contenuti con modalità accessibile alle persone con disabilità visiva e con sottotitoli, ma questo adattamento non è ancora stato realizzato per gli intrattenimenti pubblicitari, richiedendo un investimento alle aziende per la modifica degli spot e ai network televisivi per un adeguamento della tecnologia per la messa in onda. «Già da 10 anni, in alcuni Paesi, P&G ha introdotto i sottotitoli negli spot e dallo scorso anno […]

P&G è la prima azienda in Italia ad adattare i propri spot pubblicitari per renderli accessibili anche alle persone con disabilità visive e uditive. L’iniziativa della multinazionale, realizzata in collaborazione con l’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti, prevede di incorporare negli spot televisivi dei suoi principali marchi una narrazione audio del contenuto per descrivere le immagini mostrate e i sottotitoli. Il primo adv di questo tipo riguarda Gillette, marchio globale nel campo della rasatura e del grooming. Alcuni canali televisivi italiani stanno già trasmettendo parte dei propri contenuti con modalità accessibile alle persone con disabilità visiva e con sottotitoli, ma questo adattamento non è ancora stato realizzato per gli intrattenimenti pubblicitari, richiedendo un investimento alle aziende per la modifica degli spot e ai network televisivi per un adeguamento della tecnologia per la messa in onda.

«Già da 10 anni, in alcuni Paesi, P&G ha introdotto i sottotitoli negli spot e dallo scorso anno ha deciso di rendere la sua pubblicità più inclusiva con audio-descrizioni che rendano gli annunci pubblicitari per la tv accessibili anche ai milioni di consumatori affetti da cecità completa o da disabilità visive. In Europa siamo già attivi in Spagna e nel Regno Unito ed ora il nostro desiderio è di iniziare quanto prima anche in Italia con tutti i nostri marchi principali», ha sottolineato Valeria Consorte, direttore Marketing e Media Procter & Gamble in Italia.

Da Largo Consumo.info del 13.01.2020

admin

Lascia un commento