Enna – Le nuove disposizioni su cosa è vietato e cosa no

Enna – Le nuove disposizioni su cosa è vietato e cosa no

Il Comune di Enna comunica che i cittadini sono tenuti a continuare ad attenersi, sino alla data del 13 aprile, alle disposizioni contenute nell’ordinanza contingibile e urgente n°14 del 03.04.2020 del Presidente della Regione Siciliana e, quindi:

– le uscite per gli acquisti essenziali, ad eccezione di quelle per i farmaci, vanno limitate ad una sola volta al giorno e ad un solo componente del nucleo familiare;

– è vietato l’accesso e/o il rientro nel territorio comunale, con mezzi di trasporto pubblici o privati, da parte di ogni soggetto proveniente dai Comuni di cui all’art.3 dell’ordinanza presidenziale n.14/2020, con le sole tassative eccezioni di cui al medesimo articolo;

– è vietata la pratica di ogni attività motoria e sportiva all’aperto, anche in forma individuale, compreso il divieto per tutte le attività motorie di minori, anche accompagnati;

– gli spostamenti con l’animale da affezione, per le sue esigenze fisiologiche, sono consentiti solamente in prossimità della propria abitazione;

– è vietato l’uso di apparecchi da intrattenimento e per il gioco, nelle rivendite di tabacchi;

– è vietata l’apertura, nei giorni domenicali e festivi, di tutti gli esercizi commerciali attualmente autorizzati, fatta eccezione per le farmacie di turno e le edicole;

– l’accesso ai passeggeri nei mezzi di trasporto pubblico urbano è consentito nella misura massima del 40% dei post omologati, in ogni caso garantendo la distanza minima di un metro tra i passeggeri, con l’obbligo di delimitare adeguatamente lo spazio riservato al conducente;

– sono sospesi gli eventi e le manifestazioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici o privati, comprese le sedute di allenamento degli atleti, professionisti e non professionisti, all’interno degli impianti sportivi di ogni tipo;

Sono integralmente recepiti dall’ordinanza presidenziale n.14/2020, con efficacia sul territorio regionale, i decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri del 8, 9, 11 e 22 marzo 2020 e le ordinanze del Ministro della Salute del 20.03.2020 e del Ministro della Salute di concerto con il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti del 28.03.2020;

Sono confermate e prorogate, per il periodo di validità della presente ordinanza, le prescrizioni ed i divieti di cui all’ordinanza sindacale n.27 del 23 marzo 2020.

E’ consentito, in caso di necessità, alle persone affette da disabilità intellettive e/o relazionali, con l’assistenza di un accompagnatore, svolgere una breve passeggiata giornaliera in prossimità della propria residenza o domicilio.

E’ autorizzato l’accesso alla Villa comunale Torre di Federico da lunedì 6 aprile e fino al 2 maggio delle persone autistiche, con Adhd, con disabilità fisiche e/o intellettive, con disturbi del neurosviluppo e deficit neurosensoriali, residenti nel comune di Enna, accompagnate da un adulto, preferibilmente un familiare, fermo restando l’obbligo in capo ai fruitori della Villa di rispettare le disposizioni normative vigenti in materia di contenimento del contagio e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.

L’ingresso alla Villa comunale Torre di Federico potrà avvenire in maniera contingentata a turni della durata di 30 minuti per un massimo di 6 persone alla volta (tre utenti e tre accompagnatori), dal lunedì alla domenica, dalle ore 9,30 alle ore 12,30 e dalle ore 15,30 alle 18,30. A tale scopo sarà necessario effettuare una prenotazione il giorno precedente l’accesso alla Villa, contattando il numero telefonico 093540548 o l’indirizzo di posta elettronica: orasalute@comune.enna.it.

L’accompagnatore dovrà produrre, all’atto della prenotazione e/o delle successive verifiche, documentazione medica attestante lo stato di salute del soggetto accompagnato.

La mancata osservanza comporta le conseguenze sanzionatorie previste dalla legge vigente.

Da dedalomultimedia.it (Comunicati Stampa) (Blog)-42 minuti fa

admin

Lascia un commento