Ecco come sarà il resort a 5 stelle di Antognolla: «Mix di storia e modernità, apriamo nel 2023»

Ecco come sarà il resort a 5 stelle di Antognolla: «Mix di storia e modernità, apriamo nel 2023»

Le caratteristiche e le immagini del progetto: via ai lavori entro fine anno. Dalla cripta del VI secolo al campo da golf. Presto annuncio del gestore dell’hotel

Via ai lavori entro fine 2020 per aprire al pubblico nell’ultimo quadrimestre del 2023. È questo il cronoprogramma per portare a termine uno di quei progetti di cui si parla a Perugia da almeno 20 anni: il mega resort a 5 stelle di Antognolla. Due settimane fa sono arrivati dal Comune i permessi a costruire per l’ampliamento del Castello alle pendici del Tezio, a due passi da Perugia. Ora il gruppo lussemburghese del russo Andrey Yakunin si prepara a mettere in moto le ruspe. Palazzo dei Priori, con l’assessore all’Urbanistica Margherita Scoccia, parla di una operazione del valore di oltre 150 milioni di euro. Dai proprietari si preferisce parlare di “multimillion investment” ma i rendering fanno già capire quanto il progetto sia ambizioso.

Il progetto Attualmente sono già operativi il campo da golf e il ristorante. I lavori, che partiranno entro fine anno, insisteranno su un terreno di 1400 acri, pari a poco meno di 600 ettari. «Antognolla ha una ricca storia e identità – spiega la proprietà a Umbria24 -, l’intenzione dello sviluppatore è di preservare con cura e riportarlo al suo antico splendore». Il progetto di ampliamento prevede un hotel a 5 stelle con 71 camere in totale di varie dimensioni, in stile sia tradizionale che contemporaneo. Poi una grande sala da ballo, una spa da 3 mila metri quadri, una cappella restaurata per matrimoni, tour storici della cripta e degli affreschi del VI secolo, campi da golf, tennis e badminton, un centro congressi, un parcheggio pubblico, una nuova viabilità, abbattimento delle barriere architettoniche e percettive.

Hotel con 16 suite nel castello L’hotel sarà gestito da un operatore alberghiero di fama mondiale, che verrà annunciato entro il mese di settembre di quest’anno. L’hotel occuperà edifici sia di nuova costruzione sia storici, tra cui il Castello del XII secolo. All’interno del castello ci saranno 16 suite progettate individualmente, ognuna preservando attentamente le caratteristiche uniche della stanza. «Le camere – viene spiegato a Umbria24 – saranno restaurate in uno stile storico, dove le moderne tecnologie saranno perfettamente intrecciate nel tessuto dell’edificio fornendo tutti i comfort moderni previsti in un hotel di lusso. I visitatori del castello avranno la possibilità di toccare e sperimentare un vero pezzo di patrimonio italiano».

La parte contemporanea Oltre agli alloggi nella parte antica, gli ospiti avranno anche l’opportunità di alloggiare nelle nuove camere della spa suite. Queste camere saranno posizionate all’interno di una nuova struttura dell’hotel e godranno tutte di vista panoramica sulla proprietà. Qui l’interpretazione sarà più “contemporanea”. «Tutte le camere e le aree pubbliche dell’hotel traggono riferimenti dalla località – sottolinea la proprietà -. La lavorazione dei metalli finiti a mano e la pietra naturale di provenienza locale sono in primo piano. L’ispirazione è stata attinta anche da attività commerciali locali come l’area di produzione ceramica di Deruta. Tutto ciò creerà un vero senso del luogo per il progetto, un’estetica unicamente umbra».

Nuovi investimenti sul campo da golf La tenuta avrà una vasta gamma di offerte residenziali da appartamenti con 2 camere da letto a casali restaurati con 6 camere da letto. Tutto con un facile accesso alle strutture principali del resort. L’hotel avrà anche strutture per banchetti e aree di ristorazione con particolare attenzione al meglio dell’enogastronomia umbra. Quanto all’esperienza per gli ospiti, l’offerta sarà varia: «Essere in una campagna così bella crea un senso di avventura e volontà di esplorare – sottolinea la proprietà -; passeggiate, escursioni, tennis, equitazione, pesca e caccia sono solo alcune delle molte attività previste. Una riconnessione con la natura sarà a portata di mano. Il golf è una caratteristica specifica del resort con il campo progettato da Robert Trent Jones che ha già ricevuto ingenti investimenti e si è già classificato come uno dei migliori in Italia. Lo sviluppatore non vuole fermarsi qui e ha in programma di continuare a investire nel campo e nelle strutture per garantire che sia paragonabile a uno dei migliori corsi resort in Europa».

Da Umbria 24 News-9 ore fa

admin

Lascia un commento