Dove fare sport in Emilia Romagna se si ha una disabilità?

Dove fare sport in Emilia Romagna se si ha una disabilità?

Una serie di sportelli gratuiti, nati dalla collaborazione tra CIP e USL, affiancano i cittadini con disabilità che vogliano trovare quale sport è adatto a loro, e dove praticarlo.

L’attività sportiva è una straordinaria terapia: ci aiuta a tenerci in forma, ma anche ad essere attivi, a impegnarci, ad uscire di casa, a fare squadra, ad avere degli obiettivi. In caso di disabilità, a questi elementi già importanti si può aggiungere una componente riabilitativa o conservativa delle nostre funzionalità fisiche.
Ma, in presenza di disabilità, capire quale sport approcciare, che tipo di attività sportiva fa al caso nostro – anche sulla base della nostra condizione, oltre che delle nostre attitudini – e infine trovare fisicamente dove potersi allenare sul territorio non è semplice e richiederebbe il supporto da parte di chi conosce bene la materia sport paralimpico e le realtà sportive esistenti. Aiutano in questa ricerca i servizi e le iniziative promosse dal CIP (Comitato Italiano Paralimpico).

SPORTELI GRATUITI CIP.
Oggi vi segnaliamo la possibilità, attiva ormai da un paio d’anni, che dà il CIP Emilia Romagna di usufruire,
gratuitamente, di sportelli informativi in collaborazione con l’USL, rivolti a persone con qualsiasi tipo di disabilità, per affiancarli nella scelta di uno sport e/o attività fisica più in linea con il loro agire motorio.
Tutto è partito alla Casa dei Risvegli circa due anni fa, e attualmente sono 5 gli sportelli informativi aperti su Bologna e provincia.

COME USUFRUIRE DEI SERVIZI.
Si tratta di sportelli, gratuiti e senza impegno, con i quali si può prendere contatto tramite mail di appuntamento o telefonata. E’ possibile recarsi sul posto anche senza appuntamento, anche se è preferibile prenotare, perché in questa fase vengono richieste anticipatamente alcune informazioni riguardanti l’utente utili a fornire una consulenza più puntuale, sulla base delle sue caratteristiche, condizioni ed esigenze. Oltre ai dati anagrafici, i contatti e la zona di residenza, verrà quindi chiesto quali sono le difficoltà più significative dell’utente e le eventuali attività sportive consigliate e/o sconsigliate dal medico.

I SERVIZI EROGATI DALLO SPORTELLO.
Oltre a informare sull’offerta sportiva presente sul territorio, lo sportello, grazie ai suoi tecnici e consulenti, valuta le potenzialità e le attitudini sportive dell’interessato e gli consiglia le discipline sportive più adatte, in linea con il suo agire motorio. Infine, lavora anche da ponte, per mettere in contatto l’interessato con i tecnici e le società sportive della zona

LE ATTIVITA’ SPORTIVE PROPOSTE.
Numerose le attività motorie e sportive proposte dagli sportelli dell’Emilia Romagna: non solo wheelchair hockey e wheelchair basket, ma anche arrampicata sportiva, bocce, calcio balilla, canoa e kayak, equitazione, escursionismo, nuoto, pallavolo, scherma , tiro a segno e tiro con l’arco, subacquea, tennistavolo, oltre ad altri sport per persone cieche, ipovedenti, sorde.

SEDI E CONTATTI: per l’Emilia Romagna sono presenti 5 sportelli attivi, e si trovano qui:

1) Casa dei Risvegli “Luca De Nigris”
INDIRIZZO: via Giulio Gaist 6, Bologna c/o Ospedale Bellaria
ORARI: Lunedì dalle 16 alle 18 e Giovedì dalle 14 alle 16
CONTATTI: Giuseppe Parrinello: 389 987 1059; sportadattato.cip@gmail.com

2) Casa della Salute Reno-Sasso
INDIRIZZO: Piazzale Rita Levi Montalcini 5, Casalecchio di Reno (BO)
ORARI: Mercoledì dalle 16 alle 18
CONTATTI: Giuseppe Parrinello 389 987 1059;

3) Casa della Salute Vergato
INDIRIZZO: via dell’Ospedale 1, Vergato (BO)
ORARI: Mercoledì dalle 14 alle 16
CONTATTI: Francesco Fricano: 389 617 1259; sportadattato.cip@gmail.com

4) Casa della Salute Navile
INDIRIZZO: Via Svampa, 8
ORARI: Venerdì dalle 15 alle 17
CONTATTI: Francesco Fricano: 389 617 1259; sportadattato.cip@gmail.com

5) Casa della Salute San Pietro in Casale e Galliera.
INDIRIZZO: via Asia, 61, San Pietro in Casale (BO)
ORARI: Lunedì dalle 14 alle 16
CONTATTI: Francesco Fricano: 389 617 1259; sportadattato.cip@gmail.com

Questa la realtà dell’Emilia Romagna, i cui referenti ci comunicano essere in continua espansione, alla ricerca di nuove proposte sportive. Per le altre città d’Italia consigliamo di informarsi presso le sedi CIP regionali, per avere informazioni dirette e aggiornate sull’esistenza di servizi analoghi.

Da Disabili.com del 02.01.2020




admin

Lascia un commento