Disabilità I futuri geometri progettano l’accessibilità, ecco i vincitori del concorso

Disabilità I futuri geometri progettano l’accessibilità, ecco i vincitori del concorso

Premiati i vincitori del concorso “I futuri geometri progettano l’accessibilità”, rivolto agli studenti degli istituti tecnici con indirizzo costruzione, ambiente e territorio e promosso da Fiaba onlus e dal Consiglio nazionale geometri e geometri laureati. Il concorso era suddiviso in tre categorie: spazi urbani, edifici pubblici e scolastici e strutture per il tempo libero e i lavori presentati dovevano rispettare la normativa vigente in materia di accessibilità e seguire la UNI/PdR 24:2016 “Abbattimento barriere architettoniche – Linee guida per la riprogettazione del costruito in ottica universal design”. L’evento web è stato aperto da un videomessaggio della ministra all’Istruzione Lucia Azzolina.

Per la categoria “Strutture per il tempo libero” è risultato vincitore l’ISIS “Arturo Malignani” di Udine con il progetto “Una fiaba senza barriere” per la progettazione di un padiglione per una mostra scolastica sull’abbattimento delle barriere architettoniche utile alla sensibilizzazione dell’opinione pubblica, composto da spazi tematici dedicati a dislivelli, pavimentazioni e ambienti.

Per la categoria ” Spazi urbani” l’ITT “Bramante-Genga” di Pesaro con il progetto “Una città per tutti” per la riqualificazione di Piazza della Libertà e Piazza del Popolo del Comune di Pesaro, con inserimento di percorsi per persone con disabilità motoria e visiva e arredamenti urbani con design inclusivo.

Per la categoria “Edifici pubblici e scolastici”. l’ISIS “L. da Vinci” di Portogruaro per il progetto della riqualificazione della corte interna all’edificio dell’istituto Leonardo da Vinci attraverso la composizione di aree multidisciplinari all’aperto, peschiera e giardini connessi da una rete di percorsi accessibili.

Un Premio Speciale Kone all’IISS “Galileo Galilei” di Canicattì per il progetto “II museo civico di Naro, un ponte per tutti verso la cultura” per l’adeguamento completo della struttura del museo comunale ai requisiti di accessibilità, attraverso l’istallazione di un elevatore, realizzazione di rampe e rifacimento dei servizi igienici.
“Gli esiti progettuali di ogni edizione vengono messi a disposizione delle varie amministrazioni locali per migliorare la fruibilità del territorio. – sottolineano i promotori – Un’esperienza, altamente formativa che ha permesso agli studenti di confrontarsi con le procedure reali del loro mestiere e acquisire così un valido know-how utilissimo all’esercizio della loro professione”.

“I giovani rappresentano il nostro futuro e la scuola è una delle tappe fondamentali per lo sviluppo di una cultura inclusiva. – ha sottolineato il presidente di Fiaba onlus Giuseppe Trieste – I futuri geometri, in particolare, hanno la responsabilità di contribuire alla progettazione di spazi e luoghi accessibili a tutti, ognuno per le sue diversità. Il lockdown ci sta mostrando in maniera violenta che l’accessibilità e il libero movimento sono un bene comune di tutta la comunità, di tutti gli esseri umani, nessuno escluso. Dobbiamo dare una svolta totale alla cultura, alla progettazione, alle ristrutturazioni, perché la diversità E’ la normalità”.

“Anche questa edizione, – ha aggiunto il presidente del Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati Maurizio Savoncelli – oltre a confermare l’elevata qualità progettuale degli elaborati non di rado adottati dalle amministrazioni pubbliche interessate, pone nuovamente in evidenza come il riuso del territorio e la sua riqualificazione siano centrali nel contributo al superamento delle barriere architettoniche. In tale ottica si inserisce il nostro intervento in un concorso di ruoli che ci vede protagonisti, insieme alla famiglia, a cui è demandata l’educazione delle nuove generazioni, alla scuola, a cui competono le conoscenze e la cultura. A noi dirigenti di Categoria, l’approccio, la formazione professionale e la sensibilità sui temi etici e inclusivi”.

Con videomessaggio sono intervenuti il Vice Ministro all’Istruzione Anna Ascani, il Sottosegretario del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo Anna Laura Orrico e il Sottosegretario del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Roberto Traversi.

da Redazione Sociale del 12/11/2020

admin

Lascia un commento