Disabilità e mobilità elettrica, il progetto Enel

Disabilità e mobilità elettrica, il progetto Enel

LAS VEGAS. Arriveranno a giugno anche in Italia, dopo gli Stati Uniti, le nuove sedie a rotelle «elettrificate» per lo spostamento dei disabili che si potranno caricare direttamente alle colonnine dove oggi già si ricaricano le auto e i motorini elettrici.

La nuova tecnologia JuiceAbility sviluppata da Enel X con la collaborazione dell’associazione Anglat, che si occupa di tutelare il diritto alla mobilità delle persone con disabilità, è stata presentata in anteprima mondiale al CES in corso a Las Vegas.
La carrozzina «motorizzata» si ricarica in 15 minuti, ha un’autonomia fino a 5 km, e per caricarla «basterà meno di un euro», assicura Alberto Piglia, Head of E-Mobility di Enel X. Utilizzare le nuove sedie a rotelle a ricarica sarà semplice, assicurano gli esperti che stanno sperimentando le batterie a litio. Attraverso un cavo intelligente e una App, JuiceAbility consente di riconoscere le batterie delle sedie a ruote elettriche e di connetterle al sistema di stazioni di ricarica dei veicoli elettrici. «Grazie al progetto pilota, che partirà commercialmente da giugno 2020, le persone con disabilità potranno caricare le carrozzine sulle nostre oltre 8 mila colonnine dislocate in tutta Italia», aggiunge Piglia. Ad oggi in Europa 5 milioni di persone usano la sedia a rotelle per gli spostamenti. Solo in Italia sono circa un milione.

di Barbara Millucci da Il Corriere della Sera del 09.01.2020

admin

Lascia un commento