Dal ministero arrivano fondi per le scuole abruzzesi: quasi 9 milioni in provincia di Chieti

Dal ministero arrivano fondi per le scuole abruzzesi: quasi 9 milioni in provincia di Chieti

Sono quattro gli istituti che beneficeranno di questo contributo: a Guardiagrele, San Salvo, Torino di Sangro e Sant’Eusanio del SangroDal ministero arrivano fondi per le scuole abruzzesi: quasi 9 milioni in provincia di Chieti

Arrivano fondi per le scuole abruzzesi di tutte le province. Il ministero dell’Istruzione, infatti, ha stanziato un finanziamento di 16.583.403,29 euro per il Piano regionale di edilizia scolastica 2018/2020 della Regione Abruzzo e in particolare per l’annualità 2019. Lo comunica il consigliere regionale del Partito Democratico Antonio Blasioli. 

In provincia di Chieti sono quattro gli istituti che beneficeranno di questo contributo. A Guardiagrele, 3 milioni 890 mila euro saranno stanziati per il polo scolastico di via Cappuccini, che comprende infanzia, primaria e secondaria di primo grado. L’intervento consiste nel rifacimento del corpo 1, adeguamento impiantistico, eliminazione delle barriere architettoniche, messa in sicurezza elementi non strutturali, adeguamento antincendio e adeguamento sismico del corpo 4.  

A San Salvo 1 milione e mezzo andranno alla scuola primaria Ripalta, in via Luca Della Robbia, che serviranno all’adeguamento sismico, impiantistico, antincendio, eliminazione barriere architettoniche, messa in sicurezza elementi non strutturali, connettività di rete.

A Torino di Sangro, lavori da 2 milioni 123 alla scuola secondaria di primo grado Dante Alighieri, in via Aldo Moro, per adeguamento sismico, impiantistico, prevenzione incendi, messa in sicurezza elementi non strutturali, eliminazione barriere architettoniche, efficientamento energetico e connettività di rete.

Infine, 1.353.737,51 alla scuola secondaria di primo grado De Titta di Sant’Eusanio del Sangro, per finanziare l’intervento di adeguamento sismico, impiantistico, antincendio, rimozione amianto, eliminazione barriere architettoniche, messa in sicurezza elementi non strutturali, efficientamento energetico e connettività di rete.

I fondi, però, arriveranno a novembre, anziché a maggio: “Purtroppo – osserva Blasioli – occorre registrare il demerito dell’attuale giunta regionale di centrodestra che per un errore commesso (cioè l’assegnazione delle somme a due distinte linee di finanziamento invece che ad una sola) e poi corretto, ha determinato lo slittamento da maggio a novembre di questi fondi governativi e quindi i ritardi dell’avvio dei lavori di progettazione degli interventi”.

Dopo la firma del decreto, manca ora la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale e la registrazione della Corte dei Conti che dovrebbe avvenire entro 15/30 giorni; dopodiché, la Regione Abruzzo potrà distribuire i fondi agli enti competenti per i singoli Istituti scolastici.

Da ChietiToday 14/1/2021

admin

Lascia un commento