Coronavirus, Ponderano: In consiglio le azioni della maggioranza e le proposte della minoranza

Coronavirus, Ponderano: In consiglio le azioni della maggioranza e le proposte della minoranza

Ieri, 30 marzo, si è tenuta la seduta online, convocata come richiesto dal gruppo Ponderano Merita. La giunta ha esposto tutte le misure prese nell’ambito dell’emergenza. Mascherine, sospensione Tari e sanificazione strade tra le richieste dell’opposizione

Primo consiglio comunale in videoconferenza per il comune di Ponderano. Ieri, 30 marzo, si è tenuta la seduta online, convocata come richiesto dal gruppo di minoranza Ponderano Merita, allo scopo di avere una compiuta informazione sulle iniziative adottate dall’amministrazione comunale nel periodo di emergenza causato dal coronavirus e per attuare un confronto costruttivo e di condivisione in favore dei cittadini di Ponderano. 

Primo punto trattato la delibera di giunta relativa alla variazione di bilancio urgente per permettere i lavori di ristrutturazione ed ampliamento dell’edificio che ospita l’ambulatorio comunale. L’intervento prevede la chiusura del terrazzo al primo piano per ricavare un nuovo locale, la ristrutturazione completa del tetto ormai fatiscente, l’abbattimento delle barriere architettoniche per accedere al fabbricato ed il rifacimento del servizio igienico annesso.

Sull’emergenza coronavirus, l’amministrazione guidata dal sindaco Roberto Locca ha esposto le misure adottate, precisando che già prima dell’esplosione della pandemia aveva dotato i dipendenti del comune dei dispositivi personali di protezione e disposto la riduzione dell’orario di apertura al pubblico. Attraverso l’attivazione di due postazioni per lavoro agile, è stata inoltre ridotta la presenza di personale negli uffici. Modalità di sostegno alle famiglie, sensibilizzazione dei cittadini, servizi di informazione, esenzione del pagamento delle rette relative all’asilo nido e del doposcuola sono le principali misure adottate dalla maggioranza. Per quanto riguarda invece il lavaggio delle strade, è stata esposta la nota dell’Ispra che sconsigliava di procedere in tal senso. Nello specifico, il consigliere di opposizione ha richiesto la sanificazione di strade e arredi urbani usando prodotti ecosostenibili consigliate dall’Asl: “Il sindaco – spiega Romano – ha quindi riferito che la pulizia delle strade è stata iniziata, pur non trattandosi di sanificazione e che le piogge avrebbero provveduto a quanto necessario”.

Sulla mancata distribuzione delle mascherine il primo cittadino spiega: “Anche in considerazione delle difficoltà relative al loro reperimento, abbiamo deciso di non provvedere alla loro distribuzione a tappeto. Giuste sono le considerazioni fatte dal sindaco del comune di Pralungo, che coincidono in tutto con le nostre”. A spiegare nel dettaglio i motivi di tale scelta e il funzionamento delle mascherine chirurgiche è stato poi l’assessore Ezio Conti: “Questi dispositivi non hanno vita eterna, ma svolgono la loro funzione (di impedire la diffusione del virus attraverso le gocciolino di saliva) solo se perfettamente integre, se conservano la loro caratteristica di idrorepellente e la necessità di essere indossate correttamente e sempre. Questa non certa sicurezza ci ha portato alla decisione di non regalare simbolicamente una mascherina a tutti gli abitanti di Ponderano, lasciandole ai presidi che ci assistono quotidianamente”.

“Si tratta di una scelta che non comprendiamo – dichiara Romano insieme al suo collega Carlo Tarello – distribuire le mascherine ai ponderanesi avrebbe rappresentato un tangibile segno di vicinanza del comune ai cittadini, che spesso hanno difficoltà a reperirle”. La giunta ha comunque spiegato di aver deciso di acquistare mascherine solo per chi, a causa del lavoro, è quotidianamente a contatto con il pubblico. L’assessore Conti ha poi concluso questa lunga parentesi sottolineando quanto sia efficace ricordare alla popolazione le norme igieniche a cui attenersi e soprattutto quanto sia fondamentale da parte di tutti ribadire la necessità di restare in casa. 

Nel corso della seduta, i rappresentanti di Ponderano Merita hanno inoltre richiesto il dato relativo ai contagi in paese. Come illustrato dal sindaco Locca, i decessi sono stati due, mentre attualmente sei persone risultano in quarantena. Nessun caso parrebbe essersi fortunatamente rilevato tra gli ospiti della locale Casa di Riposo. Tra le proposte del capogruppo di minoranza, anche quella di contattare tutte le imprese e i commercianti del paese e zone limitrofe, che per decreto possono continuare le proprie attività, per verificare la disponibilità a consegne a domicilio al fine di fornire ai cittadini una lista con i vari contatti. Inoltre, la minoranza ha chiesto di valutare la possibilità di organizzare, nel rispetto delle prescrizioni sanitarie, un mercato itinerante nei vari rioni del paese (magari con il passaggio “a distanza” dell’ambulante per le vie del paese); di sollevare i commercianti del paese dal pagamento della TARI per un importo pari a un semestre; di prevedere una variazione al bilancio comunale con l’istituzione di un capitolo dedicato all’emergenza ove far confluire somme disponibili e impiegabili per fronteggiare la situazione.

Al termine della seduta, su richiesta della minoranza, è stato osservato un minuto di silenzio in memoria di tutte le vittime del coronavirus.

Da newsbiella.it-8 ore fa

admin

Lascia un commento