Conegliano, il nuovo piano del traffico andrà incontro alle esigenze del cittadini: primo fra tutti il servizio navetta

Conegliano, il nuovo piano del traffico andrà incontro alle esigenze del cittadini: primo fra tutti il servizio navetta

Il Piano urbano del traffico rivoluzionerà la circolazione veicolare in città, e di conseguenza avrà un notevole impatto anche sulle dinamiche del trasporto pubblico locale.

Il piano generale del traffico urbano realizzato dalla ditta sanfiorese Mob-Up per il Comune propone, nei limiti di competenza del documento sul trasporto pubblico, alcuni interventi diretti a risolvere problemi segnalati dai cittadini nel corso degli incontri svolti dalla giunta nei quartieri nei mesi scorsi.

Cinque, in particolare, i “desiderata” della popolazione: il primo intervento richiesto, e con ogni probabilità anche il più indispensabile, sarà quello di un nuovo servizio di bus navetta per collegare i parcheggi scambiatori individuati agli impianti sportivi del Colnù, in via Filzi e in via San Giuseppe con il cuore della città e in particolare la stazione Fs.

Un servizio che sarà necessario quando sarà realizzato il progetto di rendere a disco orario o a pagamento i grandi parcheggi, oggi liberi e gratuiti, di via Pittoni e via del Ruio.

Altro intervento essenziale sarà sistemare e adeguare la fermata del bus di fronte all’ingresso principale della stazione ferroviaria, abbattendo le barriere architettoniche oggi presenti e spostando leggermente la piazzola in modo da garantire a chi scende dal treno una migliore visuale sulla futura piazza Carducci.

Fermate del bus accessibili, in linea con le indicazioni del piano di eliminazione delle barriere architettoniche (Peba), saranno localizzate anche in altri punti della città. Una delle più frequentate dagli studenti, al prezzo però di lunghe code prima e dopo le lezioni scolastiche, è quella di via Manin in prossimità della rotatoria del Cavallino.

Per eliminare gli incolonnamenti, il piano prevede lo spostamento della fermata in via Colombo, che sarà a doppio senso di marcia. Tra gli obiettivi del Put c’è anche la realizzazione di una nuova fermata del bus urbano nella popolosa via Papa Giovanni XXIII, dove in alcune fasce orarie fermerà la navetta tra il Colnù e la stazione e viceversa.

Un altro effetto del Put sarà la deviazione delle linee extraurbane di Mom provenienti da nord e dirette a sud dal Refosso a via Vespucci. Lungo l’asse composto da corso Mazzini, corso Vittorio Emanuele II e via Cavour continueranno a transitare e fermarsi i bus delle linee urbane.

 Da Qdpnews (Comunicati Stampa)-13 ore fa

admin

Lascia un commento