Ciò che significa la vera libertà

Ciò che significa la vera libertà

«Oggi – scrive Romeo Tarone – tutti gli italiani si sono privati della loro libertà, delle loro abitudini, della loro vita. Oggi in tanti possono cominciare a comprendere cosa sia la vera libertà, cosa significhi privarsi delle proprie attività quotidiane, del proprio stesso essere. E forse oggi si può anche provare a capire di più parole come “barriere architettoniche”, barriere che limitano moltissimo la vita delle persone con disabilità, persone quasi sempre prive di solidarietà sociale. Certo, tutto andrà bene, ma quando finirà, nessuno dimentichi cosa significa essere liberi di muoversi».


Stiamo vivendo una situazione drammatica nel nostro Paese, vivere con l’angoscia di sopravvivere, di resistere, di continuare a sognare e amare. Di continuare a fare la vita che facevamo solo poche settimane fa.
Ci sembra di vivere un sogno, un sogno brutto nel quale non riusciamo a svegliarci, un sogno malefico che non riusciamo a sconfiggere.
Penso che questo sogno lo vivono e l’hanno vissuto tantissime famiglie con disabili in casa. Famiglie costrette a richiudersi per accudire i propri cari, famiglie con più persone con disabilità, mamme che si prendono cura ventiquattr’ore al giorno non di un figlio, ma spesso di due o più.
Ci sono poi figli che “cullano” genitori anziani come bambini, moglie che curano mariti, tutti esempi di come la libertà venga privata ogni giorno anche senza un virus.

Oggi tutti gli italiani si sono privati della loro libertà, delle loro abitudini, della loro vita. Oggi in tanti possono capire o cominciare a comprendere cosa sia la vera libertà, cosa significhi privarsi delle proprie attività quotidiane, del proprio stesso essere.
E forse oggi si può anche provare a capire, a comprendere di più parole come “barriere architettoniche”, barriere che limitano moltissimo la vita delle persone con disabilità, persone quasi sempre prive di solidarietà sociale.
Certo, tutto andrà bene, ma quando finirà, nessuno dimentichi cosa significa essere liberi di muoversi.

Di Romeo Tarone da Superando.it del 30.03.2020

admin

Lascia un commento