Cinisello Balsamo, approvato dal Consiglio comunale un Odg per l’avvio di un piano di abbattimento delle barriere architettoniche

Cinisello Balsamo, approvato dal Consiglio comunale un Odg per l’avvio di un piano di abbattimento delle barriere architettoniche

Di strada ce n’è ancora da fare a Cinisello per eliminare gli ostacoli di chi è obbligato a girare con la carrozzina, ma qualcosa di buono – per fortuna – si sta muovendo.

Il Consiglio Comunale, infatti , giovedì 4 febbraio, ha approvato un  ordine del giorno proposto dalle forze politiche di maggioranza per l’avvio di un piano strategico e razionale di abbattimento delle barriere architettoniche.

“Il programma di mandato dell’attuale amministrazione – spiega Riccardo Malavolta di Noi con l’Italia Cinisello Balsamo – definisce l’impegno a ‘sostenere i disabili e le loro famiglie in quanto costituiscono un’importante risorsa per la comunità. Oltre all’abbattimento delle barriere architettoniche si devono potenziare i servizi domiciliari, la progettualità per il tempo libero, le relazioni e assicurare la migliore integrazione possibile’.”

“Il nostro comune – riferisce una nota firmata dalla maggioranza – non è ancora munito di un Piano Eliminazione delle Barriere Architettoniche (P.E.B.A), dove si individuano obiettivi e metodi di intervento, attraverso una programmazione coordinata e razionale delle azioni da intraprendere. Per poterlo progettare è indispensabile avere piena consapevolezza delle barriere architettoniche ancora presenti sul territorio cittadino.

L’ordine del giorno impegna il Sindaco e la Giunta ad avviare iniziative per raccogliere informazioni riguardanti barriere architettoniche presenti sul territorio cittadino, anche attraverso sistemi innovativi di monitoraggio e con la partecipazione attiva di cittadini e associazioni. Attraverso questo censimento si chiede poi di definire il Piano Eliminazione delle Barriere Architettoniche (P.E.B.A) per il Comune di Cinisello Balsamo.

L’impegno è di ultimare il tutto entro la fine del mandato. Con un censimento delle criticità puntuale e un piano di abbattimento efficace sarà anche possibile accedere più facilmente a fondi regionali/statali/europei trovando così sostegno per l’importante sfida comunitaria.

Si vuole, infine, creare maggiore sensibilità tra i cittadini e rendere la città più inclusiva. Spiace non ci sia stato un voto unanime del Consiglio Comunale, ma dalla minoranza sono arrivati voti contrari e di astensione, giustificandosi col fatto che l’ordine del giorno si riferisce al programma di mandato del Sindaco Ghilardi. Motivazione, a nostro giudizio, debole… infatti è chiaro che le azioni intraprese da questa amministrazione devono ispirarsi a quanto promesso ai cittadini” .

Da Nord Milano 24 5/2/2021

admin

Lascia un commento