Chioggia. Tre anni per eliminare le barriere architettoniche

Chioggia. Tre anni per eliminare le barriere architettoniche

CHIOGGIA. Nell’arco del prossimi tre anni, il Comune investirà 360mila euro per l’eliminazione degli ostacoli che impediscono ai diversamente abili di muoversi in città. La somma sarà ricavata dai proventi derivanti dai contributi pagati dai privati per il rilascio del permesso a costruire e dalle sanzioni inflitte ai responsabili di abusi edilizi. Lo ha stabilito la Giunta.

Chioggia risulta costellata da barriere architettoniche grandi e piccole. Nel corso degli anni, il Comune ha eliminato quelle più vistose provvedendo ad esempio all’installazione di rampe ed ascensori negli edifici pubblici. E’ stato pure gettato un nuovo ponte privo di gradini sul canal Vena. Molte strade, però, continuano ad essere caratterizzate da marciapiedi non accessibili alle carrozzine. L’adeguamento rimase bloccato in seguito all’entrata in vigore del Patto di stabilità adottato dal Governo. Accade ancora, pertanto, che i portatori di handicap siano costretti a procedere pericolosamente lungo la carreggiata. Risulta problematico anche l’accesso ad alcune aree verdi pubbliche. Sotto accusa, soprattutto, i percorsi in ghiaia sciolta: quando il suolo è bagnato, le ruote della carrozzelle slittano e non avanzano e i malcapitati sono costretti a farsi spingere da qualche volonteroso di passaggio. La ghiaia dovrebbe essere sostituita con graniglia calcarea multistrato (calcestre) compattata, previa predisposizione di idoneo strato di sottofondo. L’adeguamento potrebbe rientrare nei lavori di manutenzione ordinaria del verde e dei giardini, per la quale la stessa delibera prevede la spesa di 731mila euro.

Da Il Gazzettino del 01.03.2020

admin

Lascia un commento