Centro senza barriere con due ponti mobili

Centro senza barriere con due ponti mobili

Ieri in mattinata sono incominciati i lavori di collocazione di ponti mobili, indispensabili per mettere in comunicazione le opposte sponde dei diversi canali del centro storico di Comacchio.

Si tratta di un intervento già previsto dal Settore Lavori pubblici dell’amministrazione comunale, che ha previsto l’installazione di due strutture: una in via Cavour, sul canale del Teatro, nella parte che conduce verso il canale Lombardo, e si pone nella parte retrostante della scuola materna comunale. Si tratta di un comodo collegamento percorribile sia a piedi che in biciletta della lunghezza di 3,80 metri per 1,40, che servirà l’Isola del Carmine. Un secondo attraversamento pedonale, invece, completamente removibile, della lunghezza di 6,20 metri per 1,25 di larghezza, è stato invece sostituito alla passerella, sempre mobile, che abitualmente viene posizionata sul canale a destra del monumentale settecentesco Trepponti, simbolo della città e accanto all’omonima piazzetta. Entrambi i due manufatti sono stati realizzati per agevolare il superamento delle barriere architettoniche e consentire anche ai portatori di disabilità l’attraversamento dei canali in autonomia. L’intervento, per ora previsto per due ponti, è stato realizzato con un costo complessivo di circa 30.000 euro. I ponti sono forniti di battitacco e di un parapetto molto leggero. La tipologia costruttiva dei due ponti/passerella è vocata alla leggerezza per caratterizzare questo tipo di passaggi ‘non storici’ con una scelta estetica che esalta la linearità della strutta di colorazione bruna per non creare alterazioni nel centro storico ma, al contrario, per armonizzarli il più possibile con il prezioso patrimonio artistico preesistente.

Da Il Resto del Carlino del 05.06.2020

admin

Lascia un commento