Castelnovo Monti la consegna dei primi kit ai commercianti per l’accessibilità e contro le barriere

Castelnovo Monti la consegna dei primi kit ai commercianti per l’accessibilità e contro le barriere

CASTENUOVO MONTI. Lunedì, 16 dicembre, alle ore 20.30 in Municipio a Castelnovo compie un nuovo passo avanti il progetto “Non sono perfetto ma sono accogliente”.

Nel corso di una serata pubblica di presentazione del lavoro svolto, saranno infatti consegnati i primi “kit” ai commercianti: una serie di ausili e indicazioni per rendere accessibili anche alle persone con disabilità negozi ed esercizi pubblici. Verrà inoltre presentato l’intervento per l’abbattimento di diverse barriere architettoniche lungo la centrale via Roma, via Prampolini, le Piazze Peretti e Martiri della Libertà, per un importo di circa 260.000 euro con un contributo regionale di 143.000 euro attraverso la Legge 41. La serata vedrà la partecipazione del Sindaco Enrico Bini, l’Assessore al Commercio e al Turismo Chiara Borghi, la classe IV Geometri dell’Istituto Cattaneo-Dall’Aglio, la Dirigente scolastica Paola Bacci, rappresentanti di EmilBanca, Leris Fantini del Centro Regionale di Informazione sul Benessere Ambientale (Criba).

Si tratta di tutti i soggetti che da tempo collaborano a questa grande azione per l’inclusione e il superamento delle barriere, anche attraverso il coinvolgimento degli operatori commerciali e gli esercizi del paese, per dimostrare una maggiore attenzione verso chi vive disabilità e difficoltà motorie o sensoriali, tenendo anche conto delle forti potenzialità turistiche e commerciali del territorio. Il progetto comprende una serie di azioni coordinate che riguardano sia la città pubblica che le attività private, con l’obiettivo di rendere Castelnovo più accogliente per tutti, limitando o eliminando ove possibile le barriere architettoniche, ma anche quelle culturali. Nel corso degli anni 2014 e 2015 il Comune si era fatto sostenitore del progetto “Adotta una barriera e abbattila” ideato da Valeria Ferretti, poi negli anni seguenti attraverso i progetti di urbanistica partecipata Mappe di Comunità e Forum Civico, svolti dal Comune a partire dal 2016, è stata colta la forte attenzione dei cittadini rispetto all’accessibilità e fruibilità per tutti degli spazi urbani. Nel Documento Programmatico della Giunta sulla Rigenerazione Urbana approvato nel dicembre 2017 sono state inserite una serie di azioni dirette a migliorare l’inclusività, quali l’elaborazione del Piano per l’accessibilità urbana del capoluogo (PAU).

L’adesione al progetto “Non sono perfetto ma sono accogliente” è stata proposta agli operatori commerciali del centro, ai quali è stata offerta una gamma di azioni per migliorare l’accessibilità, tra servizi e ausili fisici: dalle consulenze gratuite da parte di un tecnico esperto sulle criticità di accesso e sulle barriere architettoniche (con la collaborazione del CRIBA e degli studenti dell’Istituto Cattaneo – Dall’Aglio), alla la fornitura del kit “negozio accogliente”, che prevede una pedana telescopica mobile e leggera, un campanello dedicato o altre soluzioni e attrezzature per favorire l’accessibilità (i primi saranno distribuiti simbolicamente lunedì). Sarà inoltre fornita la vetrofania “Non sono perfetto, ma sono accogliente” che rende l’attività subito identificabile come parte del progetto, anche attraverso pubblicità ed evidenza dell’esercizio commerciale sul portale Web “Castelnovo C’entro” e sull’applicazione smartphone. Piccoli accorgimenti che possono diventare grandi segnali di attenzione, con il Comune e i Commercianti impegnati a migliorare insieme.

Da Reggio 2000.it del 11.12.2019

admin

Lascia un commento