Case area Socet Ascensore esterno abbatte le barriere

Case area Socet Ascensore esterno abbatte le barriere

Progetto da 450mila euro approvato, prevista anche nuova copertura del centro polifunzionale

Mezzo milione per l’accessibilità dell’area Socet: il complesso di alloggi peep più grande di Scandicci, realizzato negli anni ’80, ha bisogno di un intervento importante per abbattere le barriere architettoniche. In particolare quelle del centro polifunzionale che viene utilizzato per le iniziative di quartiere. Ora la giunta ha approvato il progetto definitivo e il costo complessivo è stato fissato in 450mila euro. Sarà realizzato un vano scala con ascensore esterno sul lato di piazza De Gasperi per rendere accessibile il primo piano del Centro polifunzionale, e l’edificio avrà anche una nuova copertura. I locali interessati dall’intervento sono sede degli uffici e delle attività del Centro polifunzionale dell’ex Socet, che al piano terra ospita la Scuola del Fiume. Il resto dei lavori prevede la sistemazione dei marciapiedi e l’abbattimento delle barriere pure sugli accessi pedonali. In più, a supporto dell’ascensore, sarà realizzata una scala esterna che porta al primo piano, trasformando quella interna in via di sicurezza.

L’area Socet è da tempo al centro di interventi di manutenzione dell’amministrazione: il primo restyling risale a tre anni fa, con la riorganizzazione degli spazi e gli ambienti interni del centro polifunzionale, successivamente è stato spostato l’ingresso della palestra (in origine accessibile da piazza Nenni) in piazza De Gasperi, che attualmente si presenta interamente circondata da portici con tettoia. “In questi ultimi anni – ha detto il vicesindaco, Andrea Giorgi – l’amministrazione comunale è intervenuta nella progettazione e nella realizzazione di interventi per l’accessibilità e l’abbattimento di barriere architettoniche in vari ambienti e luoghi pubblici cittadini; sono adesso in fase di conclusione gli interventi per l’abbattimento delle barriere sull’asse cittadino di collegamento tra piazza Di Vittorio a Casellina e piazza Resistenza, ovvero lungo i marciapiedi e agli attraversamenti pedonali della direttrice via Donizetti”.

Ogni progetto del Comune riguardante nuove realizzazioni o riqualificazioni di spazi e strutture già esistenti, già da tempo viene predisposto anche con l’obiettivo di rendere gli ambienti accessibili a tutti i cittadini. Con i lavori per il Centro polifunzionale Socet il Comune andrà a realizzare un intervento significativo per un edificio che è riferimento importante per il quartiere di Vingone. Importante in questo senso è anche la collaborazione con le associazioni che si occupano del sostegno alle disabilità, che segnalano agli uffici i punti dove è necessario intervenire.

Da La Nazione-15 ore fa

admin

Lascia un commento