Barriere architettoniche, il Governo pensa a un censimento

Barriere architettoniche, il Governo pensa a un censimento

Il Consiglio di Stato prende posizione sulla petizione di Moreno Colombo assicurando che intende approfondire il tema

Il Ticino ha abbattuto le «sue» barriere architettoniche? A chiederlo al Governo era l’ex sindaco di Chiasso (ed ex gran consigliere) Moreno Colombo, che la scorsa estate aveva inoltrato all’esecutivo una petizione per verificare, Comune per Comune, la situazione a oltre 14 anni di distanza dall’entrata in vigore della modifica di legge.

In base alle prime verifiche effettuate presso i Comuni interpellati – scrive il Consiglio di Stato – «si è riscontrato che purtroppo non tutti dispongono dei dati richiesti». Il Governo ritiene però necessario «approfondire la questione». Da qui l’idea di «allestire il censimento di tutti gli edifici pubblici, se del caso affidando un mandato esterno». Il tema, viene fatto sapere, verrà discusso nei prossimi mesi.

Dal 2005, spiega poi l’esecutivo, tutti gli edifici pubblici destinati all’utenza sono «stati debitamente verificati e sono tutti accessibili ai disabili, incluse le persone in carrozzella»

Da RiminiToday-3 ore fa

admin

Lascia un commento