Baronissi, partono i lavori di manutenzione straordinaria e di eliminazione delle barriere architettoniche di Palazzo di Città

Baronissi, partono i lavori di manutenzione straordinaria e di eliminazione delle barriere architettoniche di Palazzo di Città

Al via a Baronissi i lavori di manutenzione straordinaria e di eliminazione delle barriere architettoniche di Palazzo di Città. Un intervento di profondo restyling necessario per risolvere l’annoso problema delle infiltrazioni d’acqua e per riqualificare una struttura di grande pregio architettonico.

La Casa Comunale di Baronissi è un edificio progettato dall’architetto Nicola Pagliara, costituito da due corpi a pianta rettangolare disposti a cuneo secondo l’andamento delle strade adiacenti e collegati all’ultimo piano dall’aula consiliare. All’interno si individua un’ampia hall a pianta triangolare sulla quale prospettano tutt’intorno gli uffici attraverso ballatoi di piano. La particolarità del progetto da sempre pone il Palazzo di Città di Baronissi come un esempio di architettura contemporanea di particolare rilievo.

“E’ necessario conservare e custodire il patrimonio comunale – sottolinea il sindaco Gianfranco Valiante – sebbene l’edificio sia oggetto di costante ordinaria attività manutentiva, bisogna porre rimedio a fenomeni diffusi di degrado conseguenti alle infiltrazioni di acqua meteorica e intervenire con una riqualificazione complessiva dei rivestimenti compromessi a causa del tempo. Interverremo anche con la definitiva eliminazione delle barriere architettoniche al portone di ingresso”.

Il progetto è stato redatto dai tecnici comunali. L’intervento è teso al ripristino delle strutture in acciaio attraverso idonei e specifici interventi nonché alla realizzazione di una serie di interventi sui rivestimenti in pietra e sui pannelli grecati della facciata – notevolmente compromessi – che contribuiscono all’immagine di vetustà e degrado dell’edificio. Sarà inoltre effettuata l’impermeabilizzazione dei terrazzi e il rifacimento del solaio di copertura.

I lavori – cofinanziati da un contributo del Ministero dell’Interno – prevedono inoltre un nuovo ingresso per la completa eliminazione delle barriere architettoniche. Sono interventi importanti perché consentiranno la conservazione degli apparati decorativi architettonici e il miglioramento complessivo delle strutture. Un lavoro atteso da anni che migliorerà anche il colpo d’occhio del centro cittadino. Tempo di realizzazione tre mesi.

Da Zerottonove.it 18/1/2021

admin

Lascia un commento