BAGNI PER DISABILI

BAGNI PER DISABILI

La progettazione di oggetti sanitari da parte delle aziende viene formulata seguendo principi ergonomici tarati sulle proporzioni del corpo di persone normodotate, delle capacità motorie umane calcolate secondo uno standard che può non corrispondere alle esigenze di alcuni tipi di persone. È evidente però che per chi soffre di ridotta mobilità o si muove in carrozzina è importante riformulare la presenza di accessori nella intera toilette, e di disegnarne alcuni ad hoc, che servano per poter usufruire di sanitari che richiedano cambiamenti di posizione fisica. È necessario quindi, per gli stessi fornitori industriali, ridisegnare le dimensioni dei sanitari, oltre a modificare la loro forma e in alcuni casi anche il tipo di materiali in cui sono fatti.

La caratteristica di “adattabilità ” è fondamentale in quanto, si sa, non esiste uno “standard” della disabilità , e quindi ogni utente avrà necessariamente esigenze diverse, e da “customizzare” rispetto agli altri. Ma non si tratta solo di asuili e sanitari: anche la loro sitessa distribuzione e posizione all’interno del’ambiente bagno contribuisce a farne uno spqazio fruibile e accessibile. Al tempo stesso, anche le misure sono elementi imprescindibili da rispettare.

Da parte nostra abbiamo cercato di raccogliere tutte le informazioni, sia legali che “strutturali”, che possono essere utili a chi ha a che fare per la prima volta, ma non solo, con un bagno accessibile. Le trovate di seguito.

Da Disabili.com-29 mar 2020

admin

Lascia un commento