“Alla scuola Innocenzo da Imola ci sono barriere architettoniche”

“Alla scuola Innocenzo da Imola ci sono barriere architettoniche”

Serena Bugani, consigliera comunale della Lega, scrive al ministro per le Disabilità, Erika Stefani (in quota Carroccio) per denunciare la presenza di barriere architettoniche alla scuola Innocenzo da Imola. L’istituto “non dispone al suo interno di elementi, come gli ascensori, che permettono agli studenti affetti da disabilità di svolgere con agevolezza gli spostamenti nell’edificio – sottolinea la Bugani – e pertanto vengono a mancare quei principi fondamentali che dovrebbero garantire una pari opportunità nella fruizione dei servizi scolastici”.

L’abbattimento delle barriere architettoniche “non rappresenta solo una questione edilizia volta ad eliminare le limitazioni inerenti all’accesso alla scuola – ragiona la consigliera comunale di opposizione –, ma simboleggia prima di tutto la volontà di tutelare in modo egualitaria i diritti di tutti gli studenti frequentanti i plessi scolastici sul territorio nazionale”.

Dal canto loro, le istituzioni “dovrebbero promuovere la piena inclusione e garantire pari opportunità a tutti i nostri ragazzi e a tutte le nostre ragazze specialmente nei confronti di quei giovani che per via della loro disabilità sono abitualmente soggetti a stigmatizzazione e ad esclusione sociale”, ricorda la Bugani, che conclude la sua lettera dicendo di confidare nell’interessamento del ministro “a questa criticità che colpisce le persone più deboli del nostro territorio”.

Da Il Resto del Carlino 6/3/2021

admin

Lascia un commento