Ad Asti nuovi bus a misura di disabile

Ad Asti nuovi bus a misura di disabile

ASTI. Presentazione questa mattina di tre nuovi mezzi in dotazione all’Asp di Asti. Si tratta di due pullman turistici e di un piccolo bus a 16 posti tutti a misura di disabile. Il pullman turistico, che si aggiunge all’altro già presentato qualche mese fa, potrà ospitare fino a sei carrozzine ed è dotato di pedane meccaniche per rendere agevole la salita all’interno delle carrozzine stesse. Ultramoderno, con i sedili tutti dotati di cinture di sicurezza, potranno essere affittati per grandi tratte; i piccoli bus invece potranno essere “affittati” a chiamata, una sorta di servizio taxi.

“Con mezzi come quelli presentati questa mattina – commenta il Sindaco di Asti, Maurizio Rasero – Asp dimostra di essere un’azienda competitiva che sa rispondere alla domanda di mercato, ma ancor più di garantire il diritto alla mobilità in special modo nei confronti delle categorie sociali più deboli, perché pone particolare attenzione alle esigenze degli utenti diversamente abili e con mobilità ridotta che in questo modo hanno la possibilità di usufruire di un servizio comodo e accogliente improntato all’abbattimento di tutte le “barriere”.

L’imponenza e l’eleganza degli autobus, posizionati in piazza Libertà sotto la guida della polizia municipale, sono state ammirate dalle autorità presenti, dai rappresentanti degli enti e delle associazioni di volontariato, ma anche dai numerosi cittadini che, incuriositi, si sono fermati per conoscere le dotazioni e le prestazioni dei nuovi mezzi. Hanno partecipato alla presentazione la presidente Asp Vincenzina Giaretti, il presidente della Provincia Paolo Lanfranco, gli assessori comunali Mariangela Cotto, Loretta Bologna e Renato Berzano, il Comandante del Radiomobile dei Carabinieri sottotenente Salvatore Turchi, il Comandante Riccardo Saracco della Polizia Municipale, i rappresentanti delle associazioni Carlo Picchio per il Csv Asti-Alessandria, Beppe Giannini per il Gsh Pegaso, per Aism Renato Vergano, il direttore dell’Unione Industriale di Asti, Maurizio Spandonaro, il presidente dell’Utea Pier Giorgio Bricchi. Un ringraziamento particolare per la loro presenza va al viceprefetto Renzo Remotti e al vicepresidente nazionale Aisla Vincenzo Soverino.

Il responsabile del servizio noleggio di Asp, Enzo Marchiaro, ha illustrato ai presenti le principali caratteristiche dei bus presentati. “I due autobus più grandi, rispettivamente da 65 e 59 posti, permettono di collocare fino ad otto carrozzelle, rimuovendo i sedili – ha commentato -. L’accesso per le sedie a rotelle avviene agevolmente utilizzando una pedana idraulica di sollevamento che, dall’esterno del bus, permette di raggiungere un’apposita porta laterale. I due bus più piccoli, dalla capienza massima di sedici postazioni, possono invece ospitare anche una sedia a rotelle, caricata a bordo utilizzando la pedana posteriore”.

Durante la presentazione è stata effettuata una dimostrazione pratica dell’utilizzo dei sistemi di sollevamento della carrozzella e ancoraggio della stessa a bordo del mezzo.

La flotta dei bus da noleggio con conducente è composta, per soddisfare le diverse esigenze, da diciannove mezzi: da 16, 19, 54, 56, 64, 65 e 68 posti, fino agli 87 posti dell’autobus a due piani.

Queste dotazioni danno a tutti la possibilità di viaggiare e di scoprire nuovi luoghi. Gli autobus di Asp raggiungono, infatti, località in tutta Italia ed Europa: tra le più gettonate, Barcellona, Parigi, Monaco di Baviera, Praga, Vienna, Budapest, Sarajevo, Atene, e varie località di Spagna, Croazia, Slovenia e Grecia. Oltre al trasporto degli studenti per le gite scolastiche e degli sciatori nelle più rinomate località invernali, gli autobus di Asp sono impegnati anche in viaggi in giornata e nel turismo religioso. Tra le prossime attività, dal 21 al 25 marzo, nell’ambito dell’iniziativa “Asti in crociera con le pro loco”, in collaborazione con Stat Viaggi, gli autobus di Asp trasferiranno i passeggeri al Palacrociere di Savona per l’imbarco a bordo della nave Costa Luminosa e dal porto di Venezia ad Asti.

La qualità del servizio è garantita con l’impiego di personale interno qualificato, autobus moderni, affidabili e costantemente controllati.
La scelta di Asp è nell’investire risorse per garantire agli utenti elevati standard di sicurezza e comfort offrendo a tutti le stesse opportunità di viaggiare.

Da Gazzetta di Asti del 05.02.2020



admin

Lascia un commento